“Quando il libro nuovo arriva ancora “caldo”, poco più grande di un pane a cassetta, col suo sapore fatto di parole, speranze, delusioni condivise giorno dopo giorno, lo si sente nella mano come un alimento”.

(Valentino Bompiani)

 

“Scegli un libro. Ma forse lui ha scelto te”.

(Robert Sabatier)

 

“Una casa senza libri è come una stanza senza finestre”.

(Marco Tullio Cicerone)

Carica ulteriori articoli correlati
  • «Le parole di Sara»

    ”Il tempo del silenzio è finito. La donna invisibile è tornata. …
  • «Triangolo a Rodi»

    ”Agatha Christie non andò mai a scuola, eppure è diventata la più grande scrittrice di gia…
  • «PIENA»

    ”Grande narratore dell’assenza e della perdita in tutte le loro accezioni, Philippe Forest…
Carica altro Riccardo Alberto Quattrini
  • Aforisticamente… il Natale.

    ” Scendi con pace,/o neve: e le radici/difendi e i germi./Che daranno ancora/erba molta ag…
  • Aforisticamente… I sogni.

      ”Non c’è vento nei sogni dei bambini/ – immagini sequenza fantasia –/anche se…
  • Aforisticamente… maschere.

    “Ho indossato una maschera da quando sono nata. Sono stata sempre quello che hanno voluto …
Carica altro Aforisticamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«Le parole di Sara»

”Il tempo del silenzio è finito. La donna invisibile è tornata. …