“I vaccini non funzionano bene come pensavamo”… Bill Gates

BILL GATES, “AEROGEL” E LA

FASE SUCCESSIVA DEI “VACCINI” A mRNA


La scorsa settimana lo sviluppatore di software professionale ed epidemiologo dilettante Bill Gates ha ammesso che i “vaccini” mRNA Covid avevano “tre problemi“, incluso il fatto che non impediscono la trasmissione.

Ma quella che a prima vista sembra una franca ammissione riguarda in realtà la protezione della narrativa e la creazione di un nuovo mercato per i nuovi vaccini.

Parlando a un panel del Lowy Institute a Sydney, in Australia, Gates ha detto al pubblico:

Coronavirus, Bill Gates a una conferenza nel 2015: “Un virus altamente contagioso ucciderà milioni di persone”

Prepararsi alle sfide globali: in conversazione con Bill Gates

   «Dobbiamo anche risolvere i tre problemi con i vaccini. Gli attuali vaccini non bloccano le infezioni,

non sono ampi; quindi, quando emergono nuove varianti perdi la protezione,

e hanno una durata molto breve…

Sia chiaro, Gates “ammettere” alcuni presunti problemi relativamente innocui con i “vaccini” non è dovuto a un attacco di coscienza o a un lapsus freudiano, si sta solo preparando per il passo successivo della truffa.

In primo luogo, quando stai cercando di vendere una storia a sette miliardi di persone, una discreta “ammissione” può effettivamente promuovere la tua agenda e rafforzare la tua narrativa.

Quando “ammetti” che un vaccino “non impedisce la trasmissione”, stai anche sottolineando che c’è una nuova malattia da trasmettere.

Quando critichi un vaccino per non proteggere dalle varianti, rafforzi l’idea che ci siano davvero delle varianti.

Attraverso l’atto di cedere teoricamente terreno, in realtà stai rafforzando una posizione difensiva e – cosa più importante – attirando i tuoi critici in se stessi concedendo la parte più importante della tua narrativa – la realtà della “pandemia”.

Allo stesso tempo, c’è il ritrovo limitato vecchio stile: ammettere piccoli “errori” per camuffare il dire grandi bugie. Memoria che fora una psy-op .

   «“I vaccini non funzionano bene come pensavamo. Non avevamo previsto le varianti spaventose.

Abbiamo accidentalmente falsificato i dati, saltato accidentalmente le prove e accidentalmente fatto fortuna facendolo.

Ops.

E, naturalmente, poi arriva l’inevitabile passo successivo: “Ma non preoccuparti, questa volta lo faremo bene”.

Perché l’ultima ragione per cui ammetti che i tuoi vecchi vaccini non funzionano è che puoi vendere alla gente il tuo nuovo vaccino.

È un “aerogel” che si inala per prevenire la trasmissione, nel caso ve lo steste chiedendo, ed è in fase di sviluppo almeno dallo scorso marzo .

L’aerogel inalabile mostra risultati promettenti per il vaccino COVID-19 che blocca la trasmissione

Gates lo menziona effettivamente nel pannello [ 54:18 ]:

Pensiamo che tu possa anche avere, molto presto durante un’epidemia, una cosa che puoi inalare che significherà che non puoi essere infettato. Un bloccante, un bloccante inalato.

…e nel giro di una settimana da questo discorso è stato oggetto di articoli su CNET [ 23 gennaio ], Yahoo [ 23 gennaio ], Miami Herald [23 gennaio ], GAVI [ 24 gennaio ], News Medical [ 27 gennaio ], ancora CNET [ 30th ] e Natura [ 1 febbraio ].

I vaccini COVID-19 che puoi bere, sniffare o inalare potrebbero essere il futuro

È interessante notare che questo nuovo vaccino sta facendo notizia proprio mentre Big Pharma sta assistendo a un calo dei profitti legati a Covid.

Quindi, sì, Pharma Bill e i suoi amici potrebbero fare il mea culpa su questi vaccini, ma date loro solo qualche miliardo di dollari in più e la prossima volta ci riusciranno.

E se no, beh, sicuramente il tempo dopo. Promettere.

Kit cavalleresco

 

 

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Kit Cavalleresco
Carica altro MEDICINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«“COLTIVARE LE PROPRIE VERDURE FA MALE AL PIANETA”»

Hai mai fatto una previsione e vorresti averla registrata? …