Sebbene qualsiasi “crisi della salute pubblica” sia un grosso guadagno per le grandi case farmaceutiche, la spinta alla base di una “nuova variante dell’AIDS” forse più dell’avidità

C’È QUALCOSA DI PIÙ SINISTRO DEL DENARO

DIETRO LO SPAVENTO DEL “NUOVO HIV”?

Proprio ieri abbiamo pubblicato un articolo che metteva in evidenza l’improvviso spostamento della copertura giornalistica, lontano dal Covid e verso l’HIV/AIDS.

In breve, i test drive e le promesse del governo di “porre fine all’epidemia di AIDS” hanno accompagnato la notizia di una spaventosa “nuova variante”. Non lo dettaglieremo di nuovo, puoi leggerlo qui .

Il nostro articolo ha affermato che questo era probabilmente solo un gioco per spaventare le persone e vendere molti “vaccini” mRNA e, sebbene questo sia sicuramente un fattore, ulteriori ricerche hanno mostrato altri potenziali punti di vista per affrontare questa storia.

Sebbene non ci siano informazioni sufficienti per trarre conclusioni definitive, ci sono alcune domande molto interessanti da porre e teorie da considerare.

In primo luogo, c’è l’idea che la “nuova variante spaventosa dell’AIDS” non sia solo un fantasma utilizzato per vendere vaccini, come è sempre sembrato essere il COVID, ma potrebbe effettivamente essere una copertura per malattie e lesioni causate dai vaccini stessi.

Uno studio dell’ottobre 2021, pubblicato su Lancet , ha rilevato che nel tempo l’efficacia dei “vaccini” Covid è scesa sotto lo zero , il che significa che alla fine una persona vaccinata aveva maggiori probabilità di contrarre il “Covid” rispetto a una persona non vaccinata.[1]

Sindrome da immunodeficienza acquisita da vaccino (VAIDS)

L’America’s Frontline Doctor’s ipotizza che i vaccini potrebbero avere effetti ancora più ampi sul sistema immunitario, producendo quella che chiamano sindrome da immunodeficienza acquisita da vaccino o “VAIDS“.

Al momento non ci sono prove concrete a sostegno di questa teoria, ma se fossero corrette milioni e milioni di persone potrebbero ammalarsi e presto.

Abbiamo già visto una pletora di previsioni di aumenti di ictus e attacchi di cuore , tutte attribuite a cause molto diverse dal vaccino. Tutto , dall’aumento dei prezzi dell’energia alla depressione legata al blocco, è stato accusato.

Questo sembra certamente essere un comportamento preventivo di copertura del culo. E potrebbe esserlo anche questa “nuova variante” dell’AIDS.

Se i “vaccini” Covid causano a milioni di persone lo sviluppo improvviso di un sistema immunitario disfunzionale, o una sorta di potenziamento dipendente dagli anticorpi, un “nuovo ceppo di AIDS più pericoloso” è una storia di copertura piuttosto buona, non credi?

Ancora una volta, non ci sono ancora prove dirette che questo sia il caso, ma è certamente possibile.

Nell’ottobre 2020 un gruppo di ricercatori, citato in Forbes , ha avvertito che qualsiasi potenziale “vaccino” Covid potrebbe aumentare il rischio di essere infettati dall’HIV.

Uno dei pochi candidati al vaccino Covid abbandonato, dell’Università del Queensland, ha effettivamente utilizzato una proteina dell’HIV come “morsetto molecolare” per legare insieme le loro proteine ​​​​spike artificiali, hanno affermato i ricercatori. Questo potenziale “vaccino” è stato apparentemente scartato dopo che i soggetti del test hanno restituito “falsi positivi” ai test dell’HIV.

La morte del dottor Luc Montagnier 

Non voglio entrare nel dibattito sull’AIDS/HIV qui (o nei commenti) – ma qualunque sia la tua posizione su tale questione, devi ammettere che qui sta succedendo qualcosa di potenzialmente piuttosto strano.

Un altro fatto da considerare: La morte del dottor Luc Montagnier.

pericolo da proteina spike – la proteina spike è la “chiave”

Il dottor Montagnier era un virologo che ha vinto un premio Nobel per il suo lavoro sull’HIV nel 2008, si è espresso ripetutamente contro i vaccini e ha affermato di ritenere che le proteine ​​spike mostrino somiglianze con l’HIV. E ieri è morto.

Ora, aveva 89 anni e, statisticamente, quando arrivi a 89 è più probabile che muoia piuttosto che arrivi a 90, ma è comunque un tempismo divertente.

Fa eco alla morte del dottor Kary Mullis, inventore della PCR vincitore del premio Nobel , morto alla fine del 2019, pochi mesi prima che la sua invenzione venisse usata in modo improprio per vendere una finta pandemia.

Stranamente, avevo effettivamente scritto l’80% di questo pezzo prima di vedere l’episodio più recente di New World Next Week , in cui James Corbett e James Evan Pilato hanno una buona discussione proprio su questo argomento:

La posizione di OffGuardian è sempre stata che l’allarmismo dovrebbe essere evitato fino a quando non è giustificato al cento per cento, che “ah spaventoso covid!” “ah vaccini spaventosi!”, sebbene sembri in conflitto, può finire per servire la stessa narrativa.

Questo è vero per la linea “i vaccini possono fare nuove varianti”, ad esempio, che pur apparendo in contrasto con la linea dell’establishment, l’ha sottilmente rafforzata sostenendo che esisteva una malattia definita “covid”, e rappresentava un pericolo per la pubblico.

Ma crediamo anche nel fornire tutte le informazioni e non respingere mai alcuna opinione o posizione se ci sono prove a sostegno, e ci sono sicuramente domande da porre su questo problema.

Quasi sicuramente in futuro ci saranno un sacco di soldi nei test per l’HIV e nei “vaccini” contro l’AIDS, ma è possibile che ci possa essere qualcosa di anche peggio di quello che sta arrivando lungo la strada. Non ci resta che aspettare e vedere.

Ma cosa pensate voi ragazzi?

  • La nuova paura dell’AIDS è reale? O un’altra guerra fasulla Covid?
  • Potrebbe essere per coprire i danni legati al vaccino?
  • Se sì, si tratta di un piano intenzionale o di una conseguenza accidentale?
  • Spingeranno per ulteriori test? Come mai?
  • Lo “screening dell’AIDS” è un modo per monitorare un enorme esperimento?

 

 

 

 

Note:

[1] CORREZIONE: una versione precedente di questo articolo affermava che “Uno studio su Lancet nell’ottobre 2021 affermava che i “vaccini” Covid potevano portare a ciò che chiamavano “VAIDS” , questo non era corretto. Il documento di Lancet discute solo della diminuzione dell’immunità da Covid . “VAIDS” è un (ancora) effetto collaterale teorico, postulato dagli American Frontline Doctors nel loro articolo sul giornale Lancet. Abbiamo modificato il testo per riflettere correttamente questo e ci scusiamo per l’errore.

Fonte: OffGuardian del 13 febbraio 2022

  • «TI TIRANO LE PIETRE»

    ”Qualcosa del genere accade oggi, mentre una serie di inanellate «emergenze» chiede ogni v…
  • «DIO CI SALVI DALLA DITTATURA ETICA»

    ”Tramonta la religione, sparisce la morale, fu sepolta l’ideologia, si modifica la natura …
  • «L’INCOSCIENZA DI ZENO»

    ”L’uomo del Coronavirus, Zeno contemporaneo? Che “è” e non “ha” un corpo “sano”…
Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Riccardo Alberto Quattrini
Carica altro DIBATTITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Controllate anche

«IL SENSO DELLA GUERRA NEL XXI SECOLO»

”In Europa, eccetto che in Jugoslavia, la pace regna dalla fine della seconda guerra mondi…