Spettabile Tribunale, Illustrissimo Signor Giudice…

DOMANDA DI GRAZIA AL TRIBUNALE

Spettabile Tribunale, Illustrissimo Signor Giudice, dopo il suo ennesimo intervento su coppie, single e adozioni, le rivolgo deferente un inchino e una preghiera.

Le chiedo di assegnarmi una fidanzata, o un fidanzato, a sua discrezione, e decidere lei il tipo di rapporto che intercorrerà tra noi.

Disponga lei, così evitiamo litigi o separazioni giudiziali. Altresì le chiedo umilmente di disporre, a norma di legge, come ci accoppieremo, con quale metodo faremo figli o se viceversa li adotteremo.

Sarà lei a indicarci se avvieremo una fecondazione artificiale o artigianale, con maternità surrogata o paternità cornificata, utero in affitto o accoppiamento in dad; se un’operazione transgenica ci renderà ogm, se adotteremo la poligamia o se dovremo avere, oltre che un coniuge etero anche un fidanzato omo, per non incorrere in sanzioni sull’omofobia. In caso di adozione filiale stabilisca lei la priorità di genere, razza, colore e disabilità.

Ella dirà se potremo definirci genitori o se prenderemo come alla posta solo il numeretto. (genitore 1 genitore 2 n.b.)

Ci dirà lei con quale criterio procedere nel cognome del figlio, se il sorteggio, la ginecocrazia, il cognome variabile, stagionale, progressivo.

Decida lei anche sui beni, il patrimonio e le paghette.

E quando si avvicinerà l’ora fatale, ci dia lei istruzioni su come procedere, eutanasia, tiro a sorte, roulette russa o addirittura morte naturale, come usavano i primitivi.

Dia lei le disposizioni giuste al Prete, al Medico, all’Infermiere, al Ministro e ai famigliari. Insomma, ci assegni lei il palinsesto di vita e noi ci atterremo alla sentenza. Dopo l’ora legale, vogliamo la vita legale.

 

 

Fonte: MV, 4 maggio 2021

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Marcello Veneziani
Carica altro DIBATTITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«MA ORA NON TORNIAMO A CUCCIA SOTTO L’OMBRELLO AMERICANO»

”È un mezzo fallimento dell’Europa tornare a cuccia sotto l’ombrello americano …