Il mondo ora contiene più fotografie che mattoni e sono, sorprendentemente, tutte diverse.
(John Szarkowski)

Jerry Uelsmann è uno dei più grandi maestri della fotografia moderna e contemporanea. Fa parte di un selezionato gruppo di artisti che, attraverso sperimentazioni e approcci diametralmente opposti all’estetica dominante del periodo, hanno rivoluzionato totalmente il linguaggio del mezzo fotografico.

Le sue immagini dal sapore onirico creano spontanee associazioni, riferimenti e omaggi alla pittura di Renè Magritte, alla psicologia di Carl Jung e alle fotografie di Man Ray.

Realizzate analogicamente con sofisticate combinazioni di tecniche di ripresa e di stampa in camera oscura, le sue surreali composizioni hanno anticipato di decenni le immagini create attraverso la manipolazione digitale.

Uelsamnn è nato a Detroit l’11 giugno 1934. Mentre frequentava la scuola, all’età di quattordici anni manifestò i suoi primi interessi per il mondo della fotografia. Egli credeva che attraverso la fotografia si potesse vivere in una sorta di mondo parallelo, ovvero quello catturato ed immortalato attraverso l’obiettivo della macchina fotografica.

Uelsmann ha studiato presso il Rochester Institute of Technology e alla Indiana University e ha insegnato per più di quaranta anni presso la University of Florida a Gainesville dove ancora oggi risiede insieme alla moglie e artista Maggie Taylor.

I suoi lavori fanno parte delle più importanti collezioni di fotografia del mondo e sono state esposte in numerosissime mostre personali, compresa quella che nel 1978 fu curata da John Szarkowski presso il M.o.M.A. di New York e che gli procurò il meritato riconoscimento internazionale.

A 83 anni vive e lavora a Gainesville.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

  • Henri Cartier-Bresson

      “Il tempo corre e fluisce e solo la nostra morte riesce ad afferrarlo. La fotografi…
Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Riccardo Alberto Quattrini
Carica altro Fotografia

Un commento

  1. renzo sbolci

    26 settembre 2017 a 15:53

    una bellissima scoperta…..tutta da rivedere ed approfondire

    rispondere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

Tamara de Lempicka, la regina dell’Art Déco.

“Vivo la vita ai margini della società, e le regole della società normale non si applicano…