Si aggira per le strade, quatto quatto

IL FASCISMO SI AGGIRA ALLE FERMATE DEL TRAM MA LA CHAT DI GIANNINI VIGILA…

 


Si aggira per le strade, quatto quatto. Poi, all’improvviso, si lancia verso la fermata del tram o dell’autobus e stende proditoriamente il braccio. Per avvertire il conducente dell’intenzione di salire a bordo, si giustifica il reprobo. Ma la chat antifà di Massimo Giannini l’ha già sgamato: è un neofascista, uno che non ha mai cantato Bella Ciao!

Massimo Giannini

Bisogna fare qualcosa, bisogna intervenire subito per evitare che il contagio dilaghi. Perché se passa l’abitudine di richiedere la fermata stendendo il braccio, e con la mano non stretta a pugno, poi come fa la Cassazione a vietare i saluti “commemorativi” a funerali e affini?

Ora però la gauche intello della chat di Giannini correrà ai ripari. Tram e autobus si arresteranno ad ogni fermata anche se nessuno deve salire o scendere. Aumenteranno i tempi di percorrenza, ma l’antifascismo sarà tutelato. Basta con le “fermate a richiesta” che nascondono il germe del nazifascismo. Così, dopo, i compagni fermi sulle questioni sociali non potranno più ridere della chat della sinistra in redazione. Perché sarà lui, Massimo Giannini, l’eroe che ha colpito il fascismo là dove stava crescendo: alle fermate del tram!

Ala.de.granha
Redazione Electo

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Redazione Electo
Carica altro DIBATTITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«POLITICI CONTRO MAGISTRATI. E TUTTI CONTRO I CITTADINI INDIFESI»

Uno zingaro uccide con un colpo di pistola una anziana signora... …