Tutto il mondo comincia ad abbandonare green pass e restrizioni

IL GOVERNO DEGLI OTTIMATI DELLA SCIENZA

Tutto il mondo comincia ad abbandonare green pass e restrizioni:
REGNO UNITO: toglie tutte le restrizioni e sta considerando di eliminare l’obbligo vaccinale per i sanitari a seguito di scioperi.  IRLANDA: segue il Regno Unito.
DANIMARCA: da oggi, 1° febbraio, ha deciso di togliere tutte le restrizioni anti-Covid.
SPAGNA: il green pass, già in vigore solo in alcune regioni e solo per alcune attività, comincia ad essere ritirato del tutto in diverse regioni. Il governo ha dichiarato di voler iniziare a trattare il Covid  come una «normale influenza».
ISRAELE: esperti del Ministero della Salute chiedono di eliminare il green pass vista la sua palese inefficacia nel fermare la diffusione del virus.
USA: la Corte Suprema degli Stati Uniti ha bloccato la vaccinazione obbligatoria dei lavoratori.
GERMANIA: alcune sentenze di tribunale hanno eliminato la regola 2G (equivalente al nostro super green pass) in diversi Länder.
Nel frattempo in ITALIA: da oggi, 1 febbraio, il green pass (anche base, costo tampone: 15 € ogni 48 ore), sarà necessario per l’accesso ai negozi di articoli cosiddetti “non essenziali” (abbigliamento, intimo, calzature, ferramenta) nonché alle poste e in banca (considerati luoghi di servizi “non essenziali”, quali il ritiro della pensione o il pagamento di imposte e bollette), e permanendo a tutt’oggi il divieto per i non vaccinati over 12 di accedere a teatri, cinema, ristoranti, musei, parchi, impianti sportivi sia all’aperto che al chiuso, autobus, metropolitane, treni, traghetti e aerei se non in possesso del cosiddetto super green pass (da vaccinazione o guarigione), nonché la discriminazione nelle scuole tra studenti vaccinati e non.  
Intanto Speranza dice che Omicron è «la maggiore minaccia attuale alla sanità pubblica globale».
Fortuna che noi, a differenza degli altri paesi del mondo, siamo governati da persone che hanno a cuore La Scienza e la salute pubblica.

Thomas Fazi

Fonte Arianna Editrice del 2 febbraio 2022

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Thomas Fazi
Carica altro DIBATTITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Controllate anche

«STA CAMBIANDO LA NARRAZIONE SULLA SINDEMIA?»

”L’ultima settimana è stata veramente ricca di notizie e di “inversioni a U” in materia di…