Più di 20mila palestinesi assassinati a Gaza dai macellai di Netanyahu

ISRAELE HA FESTEGGIATO IL NATALE SUPERANDO I 20MILA MORTI PALESTINESI


Più di 20mila palestinesi assassinati a Gaza dai macellai di Netanyahu. Almeno metà sono bambini. E poi donne, anche cristiane, anziani. Un pericolo per Israele? Ovviamente no. Ma questa è una guerra di sterminio ed i bambini sono futuri adulti che non potranno non odiare chi ha massacrato le loro famiglie, chi ha distrutto le case, chi ha devastato persino i cimiteri. Nella totale indifferenza mondiale che, però, con Crosetto in prima fila, si preoccupa esclusivamente dei costi aggiuntivi legati al mancato passaggio a Suez a causa dei missili degli Houthi, gli unici disposti a sostenere i palestinesi in modo concreto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Beh, certo, come fa notare il ministro della guerra italiana agli ordini di Washington, i regali per i bambini italiani potranno costare di più, se vengono importati dalla Cina e le navi devono circumnavigare l’Africa. E chissenefrega dei bambini palestinesi sterminati, l’importante è risparmiare un paio di euro. Un vero uomo di cuore, Crosetto. E, con lui, tutti quei giornalisti italiani che stanno seguendo la macelleria israeliana non proprio in modo imparziale.

Sono tutti complici di questo macellaio

Buon Natale anche a loro, in ogni caso. Perché il coraggio e l’onestà intellettuale non sono stati forniti dalle rispettive aziende. E loro non sanno dove si acquistano. Non è colpa loro. E poi bisogna anche pensare che, al mattino, si devono guardare allo specchio. Difficile che vedano un bello spettacolo. Certo, il denaro copre le coscienze, ma a volte scivola e con la coscienza bisogna fare i conti. Sempre che, una coscienza, un tempo l’abbiano avuta.

Andrea Marcigliano
Augusto Grandi

 

 

 

 

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Augusto Grandi
Carica altro ATTUALITÀ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«CHI HA PAURA DELLA PACIFICAZIONE? LA GAUCHE IN REDAZIONE»

Cos’è cambiato dalla fine degli Anni '60 e inizio Anni '70 ad oggi? …