i diritti sociali non sono politicamente corretti

Biancaneve 1 Biancaneve 2 Disney Lgbt gay

LA DISNEY DEI DIRITTI CIVILI PRONTA A LICENZIARE  7MILA LAVORATORI

i diritti sociali non sono politicamente corretti


La Disney in versione politicamente corretta ha fornito la sua spiegazione su ciò che comporta la nuova religione woke: si cancella il Principe Azzurro e, in contemporanea, si cancellano 7mila posti di lavoro tra i dipendenti in modo da garantire più dividendi agli azionisti.

Già, perché pare che il pubblico, mondiale ovviamente, non apprezzi molto il nuovo corso del gruppo statunitense. Che si è trasformato nel paladino della cancel culture, nel difensore dei vizi privati divenuti diritti civili. Che, in nome del nuovo che avanza ed in mancanza di idee proprie, si è messo a modificare le opere di autori che, da morti, non possono difendere la propria creatività. Certo, nel mondo del cinema, della TV e dell’editoria degli Stati Uniti la Disney non è l’unica a comportarsi in questo modo indecente. Anche altri trasformano gli Dei greci o nordici in afroamericani ignorando i tempi della scoperta dell’America.

Ma il problema è che i conti della Disney multietnica e multigender non vanno per nulla bene. Così Bob Iger, richiamato alla guida del gruppo dopo che il suo successore non aveva portato i risultati sperati, ha subito bocciato le richieste di sceneggiatori ed attori che sono scesi in sciopero. Perché lui, Bob, guadagna 78mila dollari al giorno. Ma giudica irrealistiche le richieste di chi lavora per lui. Perlomeno di quelli che resteranno a lavorare per lui dopo i 7mila licenziamenti (chissà se i cacciati saranno scelti esclusivamente tra i bianchi eterosessuali). Però avranno tanto tempo libero per partecipare alle manifestazioni per abbattere le statue o per dipingere di nero le statue di Zeus e Venere o i ritratti di Thor e Odino.

Adele Piazza
Augusto Grandi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Augusto Grandi
Carica altro ATTUALITÀ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«LA RAUCEDINE DI MATTARELLA, L’IPOCRISIA DEI LEGALITARI»

Se il Quirinale parla o tace a seconda del mal di gola andiamo male …