È come la mattina dopo una festa in ufficio in cui ti svegli quasi con i postumi di una sbornia

LA MATTINA DOPO


Questa è la parte più strana della PSYOP. È come la mattina dopo una festa in ufficio in cui ti svegli quasi con i postumi di una sbornia con vaghi ricordi di aver fatto un pompino a base di tequila a Bob in Contabilità in quella che era l’area reception al 9° piano o forse l’atrio al piano di sotto del tuo edificio mentre qualcuno somigliava vagamente a quel ragazzo sorridente nella stanza della posta l’ha filmato sul suo telefono.

Sì, è il mattino dopo… quel coro rigurgitato ripugnante che stai ascoltando è il suono di milioni di cultisti Covid in ginocchio nei loro bagni neutri rispetto al genere che pregano il Dio della porcellana.

È stato un bel viaggio in questi ultimi due anni e mezzo, ma l’orgia di paura e odio è finita, l’isteria di massa sta svanendo e la realtà del danno che hanno fatto inizia a diventare innegabile.

Innumerevoli migliaia di persone sono state uccise, gravemente ferite e permanentemente disabili, vittime di “vaccini” sperimentali di cui non avevano bisogno ma sono state costrette a prendere.

Le società sono state fatte a pezzi, le economie paralizzate, le istituzioni screditate, i precetti democratici come lo stato di diritto e i diritti costituzionali si sono presi in giro, amici e famiglie si sono rivoltati l’uno contro l’altro e così via, e la polvere non si è ancora nemmeno posata. Ci vorranno molti anni per valutare il danno… o, meglio, per ricontestualizzare, razionalizzare, negare e fare un buco nella memoria del danno (mentre contemporaneamente “normalizzando” la distopia fascista di biosicurezza che il danno ha permesso di attuare).

Questo processo è ora ben avviato. Come sono sicuro che avrai notato negli ultimi mesi, i governi, le autorità sanitarie globali, i media aziendali e statali, l’industria culturale e altri componenti chiave di  “The New Normal Reich”  hanno gradualmente eliminato il loro “Covid restrizioni”, riscrivendo “The Science”, riscrivendo la storia (cioè, la scienza e la storia che avevano precedentemente riscritto), eseguendo ritrovi limitati e altrimenti facendo passare le masse dalla modalità “emergenza” alla Nuova Normalità.

In altre parole, tutto andrà secondo i piani.

Non puoi tenere le persone sbalzate in uno stato di vera e propria isteria a tempo indeterminato. Quando stai radicalmente destabilizzando e ristrutturando una società, la colpisci duramente con Shock-and-Awe per alcune settimane, o mesi (o anni in questo caso), e poi li fai entrare delicatamente nella nuova “realtà”.

Che, dopo essere stato sistematicamente terrorizzato, illuminato a gas, minacciato e altrimenti tormentato per tutto il tempo che hai fatto loro, saranno grati per qualsiasi cosa assomigli alla “normalità”, non importa quanto fascista si riveli.

Devi essere delicato nell’esecuzione di questa fase, in cui la stragrande maggioranza delle masse, essendosi costrette a credere a tutto ciò a cui avevi bisogno che credessero durante la fase Shock-and-Awe, devono sforzarsi di credere di non aver mai creduto a ciò di cui avevi bisogno loro di credere allora, e di credere a tutto ciò di cui hai bisogno che loro credano ora, il che contraddice in genere completamente tutto ciò a cui si erano precedentemente costretti a credere (e in realtà, letteralmente, creduto) nel disperato tentativo di renderti felice, così che forse alla fine avresti smesso di picchiarli, e incessantemente di manipolarli psicologicamente e terrorizzarli.

Illustrazione di Tommy Ingberg

Ora, molte persone sembrano avere difficoltà a capire o accettare questo fatto, cioè il fatto che gli esseri umani sono in grado di costringersi a credere a tutto ciò in cui hanno bisogno per sopravvivere o rimanere in regola con la società “normale” (o qualunque organismo sociale di cui sono membri e da cui dipendono per soddisfare i loro bisogni primari).

Non fingere di credere, di credere  letteralmente, nel modo in cui credono i religiosi convertiti, nel modo in cui crediamo qualunque cosa crediamo oggi che non credevamo dieci anni fa.

Devo dire che trovo piuttosto sconcertante la mancanza di comprensione e accettazione da parte delle persone di questo fatto, poiché questa capacità è un attributo umano fondamentale che è stato documentato, più e più volte, nel corso della storia umana. Non è una “teoria” che ho appena inventato. È così che manteniamo la coesione sociale. È così che socializziamo i nostri figli. È così che funzionano gli eserciti e i dipartimenti universitari.

È parte fondamentale del funzionamento dei corpi sociali; la conformità è premiata e la non conformità è punita. Non c’è niente di nuovo in questo fenomeno. Le persone si sono conformate alle nuove “realtà” ufficiali e si sono fatte credere a tutto ciò che devono credere per sopravvivere al loro interno per circa cinquemila anni.

Tuttavia, è una rara occasione in cui siamo in grado di osservare il processo in modo così chiaro. Di solito si svolge in modo più o meno invisibile nel contesto della normale vita quotidiana. È solo durante gli improvvisi cambiamenti radicali da una “realtà” a un’altra “realtà” che possiamo osservare le persone che si sforzano di credere a tutto ciò che sentono di dover credere, o sono istruite dai loro governanti a credere, per sopravvivere e prosperare in società (ad es. indottrinamenti alle sette, conversioni religiose, scoppio di guerre, torture fisiche o sulla scia di rivoluzioni politiche).

Questo è ciò che stiamo osservando da marzo 2020,  non l’ipnosi di massa o la psicosi da formazione di massa , ma le masse che si costringono a credere a tutto ciò che sentivano di dover credere (o che le autorità gli avevano ordinato di credere) per rimanere parti della società “normale” e non essere demonizzato dai loro governi e dai media, ostracizzato dai loro amici e familiari, licenziato dal lavoro, segregato, censurato, picchiato e arrestato dalla polizia, e altrimenti punito per non conformità come  un nuovo “ realtà” è stata fabbricata e imposta alle società di tutto il mondo.

Produzione (Nuova Normalità) “Realtà”

E ora la loro “realtà” sta cambiando di nuovo, o “La scienza si sta evolvendo” o qualsiasi altra cosa, e le assurdità a cui si sono costretti a credere vengono smascherate come… beh, come assurdità, e il loro comportamento fanatico e spesso fascista, mentre si trasforma fuori, era basato su assolutamente nulla.

A molti di loro non potrebbe importare di meno, poiché il loro comportamento non è mai stato “basato” su nient’altro che andare d’accordo con il branco, e quindi sono semplicemente passati dall’odiare fanaticamente “i non vaccinati” all’odiare fanaticamente “i russi” e fanaticamente sostenere i neonazisti ucraini e fare fanaticamente qualsiasi altra cosa i pupazzi di GloboCap sui loro televisori istruiscano loro fanaticamente di fare.

Tuttavia, un numero significativo di loro ha conservato abbastanza delle proprie facoltà critiche che essere trascinati avanti e indietro dalla “realtà” alla “realtà” sta causando loro una lieve dissonanza cognitiva, confusione, vergogna o psicosi borderline.

Che ci crediate o no, il mio cuore è con loro… questi ex fanatici cultisti Covid che volevano che fossi segregato dalla società, messo a tacere e  rinchiuso in un campo di internamento.  Non posso renderlo più facile per loro facendo finta di non aver fatto quello che hanno fatto (e in troppi casi stanno ancora facendo attivamente), o fingendo di essere stati ipnotizzati, o in qualche altro stato alterato di coscienza, mentre facevano quello che facevano negli ultimi due anni e mezzo, ma immagina come devono sentirsi ora che la festa è finalmente finita ed è arrivato il brutale mattino dopo.

Immagina di realizzare in questa fase avanzata delle cose che tutto ciò in cui hai creduto, pensato e detto, il danno incalcolabile che hai fatto alle persone e alla società, non ha mai riguardato una pandemia, ma è sempre stato condizionare le masse a rispondere alla paura, alla coercizione e controlla come un esperimento comportamentale pavloviano globale.

Jennifer Gibson

O prendilo dall’attrice Jennifer Gibson

CJ Hopkins

 

 

 

  • «PSYOP. TRE GUERRE PSICOLOGICHE»

    ”«Il massimo dell’abilità consiste nel piegare la resistenza del nemico senza combattere.»…
Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Riccardo Alberto Quattrini
Carica altro ATTUALITÀ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«IL MITO DEI DISCHI VOLANTI»

La discussione sugli Oggetti Volanti non Identificati è stata a lungo abbandonata ai margi…