Ma davvero avete bisogno di andare in pensione?


LA PENSIONE? SCORDATEVELA. SI DEVE CREPARE LAVORANDO,

CON MANSIONI DIVERSE E PAGATI DI MENO


Ma davvero avete bisogno di andare in pensione? Ma non vi vergognate? Solo in Italia a 65 anni qualcuno ha la folle pretesa di ritirarsi dal lavoro. Così parlò non Zarathustra ma Alberto Brambilla, presidente di Itinerari Previdenziali nonché ex consigliere economico di Conte ma anche sottosegretario al Welfare con Berlusconi. Un uomo per tutte le stagioni, tranne che per la vecchiaia. E quando si va così bene a tutti, il sospetto è che faccia gli interessi di qualcuno. Non a caso ad intervistarlo è l’HuffPost, ossia galassia Elkann.

Al di là della menzogna iniziale, perché in Francia si può abbandonare il lavoro a 64 anni e in Germania si arriverà a 67 nel 2031, il signor Brambilla non si chiede come mai l’Italia abbia il record di morti sul lavoro e, casualmente, una quota consistente delle vittime abbia più di 60 anni.

Ma il signor Brambilla in vacanza concede, bontà sua, che a 65 anni un muratore possa non salire su un ponteggio, a patto che lavori a terra. Che si possa riposare, dopo una vita di lavoro, non è previsto. Che si possa occupare dei nipotini, aiutando i figli nella vita quotidiana, non è ammesso.

L’uomo e la donna devono esistere solo in funzione del lavoro. Se non lavorano non hanno ragione di esistere. Quando non ce la fanno più, si deve ricorrere all’eutanasia per evitare di appesantire i costi previdenziali.

D’altronde dove devono andare i vecchi che non lavorano? In vacanza? Con i prezzi in continuo aumento non se la possono permettere e, dunque, non infastidiscono più con la loro presenza i turisti stranieri altospendenti. O riempiamo di vecchi i teatri ed i musei, invece di lasciarli a disposizione del ristretto mondo di oligarchi con famigliari e famigli.

Bisogna sfoltire. Gli anziani lavoratori devono continuare l’attività sino a quando non crepano in fabbrica o in ufficio. Però devono guadagnare meno poiché la loro resa produttiva è inferiore. E se loro sono pagati poco, si possono pagare poco anche i giovani, per non creare eccessive disparità.

Un capolavoro, signor Brambilla. Si merita una vacanza famigliare.

Redazione Electo
Ala.de.granha

 

 

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Ala de Granha
Carica altro ECONOMIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«LA DESTRA INDIGNATA PER LA BARCA DI D’ALEMA SI ECCITA PER LA PISCINA DI GIORGIA»

C’era una volta la destra stracciona …