Fate un piccolo esperimento…

LA SCIENZA E LO SCARAFAGGIO: COME

IMBROGLIARE SUL COVID


Fate un piccolo esperimento. Prendete una scodella di minestra e buttateci dentro uno scarafaggio. Risultato? Una scodella di roba disgustosa. Ora, prendete una scodella piena di scarafaggi e buttateci dentro un cucchiaio di minestra. Risultato? Una roba disgustosa lo stesso. Certe cose, quando le mischiate non fanno media. Si adeguano al peggio dei due fattori.

Lo stesso vale quando si mescola la Scienza con la Politica. Se la scienza è la minestra e la politica lo scarafaggio, viene fuori che qualsiasi miscela delle due cose è sempre politica: ovvero una roba disgustosa.

Così, in questi giorni si fa gran rumore in Italia sui giornali a proposito di un curioso articolo apparso recentemente su Nature basato, come gli autori stessi dichiarano, sulla “narrativa”. Una “narrativa”? Su Nature? Ma Nature non era un giornale scientifico che si doveva basare su dati e modelli?

“Il fallimento della Svezia. Anziani lasciati morire e bambini diffusori del virus”

Eppure, è così, Nature pubblica un articolo quasi completamente privo di dati, tutto basato su una serie di affermazioni, in effetti narrative, in cui si dice che se in Svezia si fossero prese misure più drastiche, le cose sarebbero andate meglio. Ma perché? Perché gli autori pensano che sia così e citano altri autori che (secondo loro) la pensano così.

L’unico dato che troviamo nell’articolo è proprio all’inizio dove dice che nel 2020 il rapporto fra la mortalità in Svezia e Norvegia era 10 a 1. Ora, per prima cosa, oggi questo rapporto è 4 a 1, non 10 a 1 — troppo facile scegliere il periodo che ti fa più comodo, giusto? Per non menzionare poi che la Svezia si trova al 57 posto della classifica mondiale per mortalità relativa, ben al di sotto di stati che hanno invece preso provvedimenti draconiani (tipo Francia, Inghilterra, Spagna, e altri). Cosa dovrebbero aver scritto questi qui a proposito dell’Italia che ha avuto quasi il doppio della mortalità svedese?

Ma è proprio il concetto che non va bene per un articolo scientifico. Se dici che la Norvegia ha fatto meglio della Svezia, il che è vero, dovresti spiegare perché. Forse la Norvegia ha chiuso più della Svezia? Nemmeno per idea. Andatevi a vedere il “Covid Stringency Index” su “Our World in Data” e troverete che l’indice di severità delle restrizioni è esattamente UGUALE fra Norvegia e Svezia. E questo gli autori non lo nominano nemmeno vagamente. Incidentalmente, l’Italia ha un indice di severità cinque volte maggiore, e il doppio della mortalità — le conclusioni sono lasciate ai lettori. 

Insomma, un articolo zombie che fa finta di essere un articolo scientifico, ma ne ha solo l’aspetto esteriore. È un articolo politico. Purtroppo, è quello che sta accadendo: la politica sta invadendo la scienza e la sta distruggendo. Poi ci si mette il giornalismo con il suo sensazionalismo e questi sono i risultati. C’è poco da fare: sulla mancanza di cultura scientifica del pubblico ci marciano sopra in tanti.

Prof. Ugo Bardi

 

 

 

 

Fonte: TheUnconditionalBlog del 16 aprile 2022

Illustrazione di copertina: Davide Bonazzi

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Ugo Bardi
Carica altro ATTUALITÀ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.