La seduzione non è la donna fatale, o l’ossessionata della conquista, ma persone che manifestano se stesse in modo autentico, piacevole e accattivante.

 

 

Le donne non sanno più provocare l’uomo!

Ufficiale e gentiluomo Richard Gere e Debra Winger.

   Sarà anche vero che noi maschi non sappiamo più fare gli uomini. Sarà anche vero che abbiamo secondo le statistiche gli spermatozoi 4 volte più rincoglioniti e pigri rispetto ai quelli dei nostri nonni, a causa della vita sedentaria. Ma è anche vero che le donne non hanno più la benché minima idea di come provocare un uomo come si deve, e quando dico come si deve, intendo dire tanto da farsi prendere in braccio con forza e portare via…

Le nuove generazioni di Uomini & Donne tra vita virtuale e mancanza di valori

Uomini e Donne sono generalmente più pigri e meno motivati, ciò può essere dovuto sia – all’imperante assoluta mancanza di valori, di sfide e/o di progetti delle nuove generazioni, – sia più probabilmente alla parallela avanzata sempre più invalidante della virtualità nelle nostre vite.

La vita virtuale come effimera emozione in cui rifugiarsi

In passato quando si sentiva la mancanza forte di qualcosa, ci si doveva necessariamente alzare e andarsela a prendere o quantomeno si cercava di farlo. La vita Reale era ancora al centro dei nostri pensieri e delle nostre Azioni.

Oggi, invece, quando senti la mancanza di qualcosa, quando senti che la tua vita non è come vorresti, sei sempre meno motivato a costruirtela veramente, perché puoi guardarti un telefilm, in cui tu sei come vorresti, e ti senti bene per quei 20 minuti. Puntata finita? Non c’è problema: altri 20 minuti di dose avanti con un’altra su Mega Video.

 Le donne amano fantasticare

In genere i rompicoglioni, cioè quelli a cui viene la voglia di cambiare le cose (spesso in peggio) siamo noi maschi. Le donne probabilmente sanno adattarsi meglio alle situazioni noiose o spiacevoli, perché hanno fatto del Fantasticare un vero e proprio stile di vita. Anzi spesso provano più piacere nel fantasticare che nel vivere le proprie fantasie. Quella femminilità, quell’arte perduta della seduzione femminile.

 L’arte della provocazione

Qual è l’arte tradizionale delle nostre dolci metà? L’arte della provocazione naturalmente. È fatta di piccole cose, di gesti, di movimenti, del suono della voce, e di cose non dette.

Ragazze Sexy vs Ragazza Elegante

Per provocare non c’è bisogno di vestirsi da signorine della strada. L’importante è che i vestiti che indossate donino al vostro corpo una figura femminina e sinuosa. I tubini probabilmente sono i vestiti più sexy che potrete mai mettervi, perché vi rendono eleganti e femminili, esaltando le forme ma non rendendole volgari e soprattutto non facendo vedere Tutto. Molte di voi si staranno chiedendo appunto, ma in ogni caso non sarebbe molto più semplice vestire sexy, far vedere il più possibile e fare impazzire immediatamente i maschi? E la risposta è si, certo… e se vi vestite in quel modo probabilmente li avrete (quasi) tutti ai vostri piedi, ma loro stessi vi considereranno come ragazze da divertimento passeggero. Ragazze sexy appunto, ragazza che fanno pensare al sesso. Ma a quello solamente 

L’eleganza è l’apice della sensualità

Audrey Hepburn nel 1956.

Audrey Hepburn, ne è l’emblema dell’eleganza tout court. Potete essere molto più magnetiche e sensuali vestendovi con eleganza, e lasciando qualche volta intravedere in voi una parte selvaggia… sensuale… più “calda”. Il ragazzo che volete, se seguirà il suo istinto, capirà che dovrà fascinosamente e gradatamente dare la possibilità a quella vostra parte sensuale di esprimersi e di venire fuori senza timore. Ma con lui e solo con lui.

 Feeling significa ridere insieme

Un buon seduttore, a proposito, deve avere la capacità di intravedere quella parte di una donna, e capire come farla “esplodere”. Noi uomini come voi donne, vogliamo sentire il feeling, vogliamo sentire quell’intesa, quella scintilla di due persone che si piacciono. Qual è il miglior modo per agevolare la creazione di questa sensazione? Chiaccherare. Ridere insieme. Spassarsela.

 Il ruolo della donna 

Ma veniamo alla cosa più importante. Il maschio sceglie la femmina tra centinaia. Già questo io lo prenderei come un privilegio! Il rituale comincia con tantissimi movimenti. Le gira intorno senza mollarla un momento, e se è il caso anche cacciando via eventuali altri corteggiatori! Inizia col gonfiarsi, allunga il collo e alza le piume e mentre la accerchia fa un verso di richiamo per farle vedere che lui è il più forte e il più bello di tutti, e sfoggia il suo piumaggio tutto colorato. Avrete capito che si parla di piccioni non di uomini. Ma l’esempio è calzante. Una danza seduttiva la compiamo anche noi quando vogliamo conquistare una donna. Ma il vostro ruolo non è soloquello di lasciarvi trascinare. Prendiamo il caso del Tango, se toccasse solo al Tanguero fare tutto, praticamente lui dovrebbe trascinarsi in giro un peso morto da sballottare qua e là. Immaginatevi praticamente una donna svenuta, tipo manichino, con cui il tanguero si ostina a voler continuare a ballare. 

 “No, il ruolo di Lei è ben più importante, deve sapere quando lasciarsi andare, e quando irrigidirsi o prendere il comando per un attimo. La danza della seduzione è praticamente come il tango.”

Tango argentino.

Voi dovete lanciare i segnali per far capire al ballerino che ci siete o che non ci siete, e certo, potete anche bluffare, ma non dovete fare i pesi morti. Ci sono dei segnali misti, che è una delle cose a cui noi uomini pochissime volte sappiamo resistere.

Sfiorarsi: la magica scintilla della provocazione

Ma tornando a noi, ad esempio non è assolutamente detto che debba essere solo l’uomo a toccare o a sfiorare. Anche perché le vere patite del contatto fisico siete voi  e non fingete di non saperlo.

Dove sono finiti quei momenti Magici, in cui quando eravamo ragazzini, ci sfioravate impercettibilmente per i motivi più futili? Vi ricordate quei momenti, chessò a scuola, quando eravate sedute alla sinistra di un ragazzo che vi piaceva, e per prendere un astuccio o una qualsiasi altra cosa alla destra del ragazzo, vi sporgevate su di lui per due, tre secondi quasi a sfiorargli il viso col corpo.

Ecco quelli sono i momenti in cui a noi uomini il fiato si mozza Perché stiamo pensando se cedere al desiderio ardente di prendervi lì, o evitare di sembrare un galeotto e allungare un po’ più i tempi rimandando. 

Insomma dovete dire al ragazzo che vi piace “Prendimi”, ma non a parole, dovete dirlo col corpo, con lo sguardo e con le cose lasciate in sospeso…

Il velo Fascinoso della serietà, lascia trasparire tanta sensualità

 

Scarlett Johansson.

Guardate la sensualità di Scarlett Johansson, non è incredibilmente bella, non è incredibilmente sottile, ma è femminile, e sinuosa. Dà l’idea anche se magari fa la seria o la distaccata, che sotto quella maschera seriosa si nasconda una bomba del sesso.

 I segnali sono gli uomini a non capirli o le donne a non saperli mandare correttamente?

Spesso le ragazze si lamentano che i ragazzi non capiscono i segnali, ed è vero che noi uomini siamo diventati meno sensibili ai quei dati segnali, ma allo stesso tempo voi avete disimparato a darli come si deve!

 I Tabù della sensualità nella modernità

Stiamo tutti diventando Terrorizzaidal contatto fisico, uomini e donne. Non si capisce perché, forse è che sembra poco adulto, poco maturo, poco da III° millennio.

In America te ne vai in galera per una pacca sul sedere, in Giappone è molestia sessuale fissare intensamente negli occhi una donna. Siamo sicuri la modernità sia poi sempre cosi positiva?

 “Gli uomini e le donne non sanno più che ruoli hanno, e quindi non si può più ballare, perché non c’è niente di peggio di un ballerino incerto.”

No alle mode

E se state pensando di adoperarvi per assomigliare a Lady Gaga o all’ultima modella di Intimissimi per piacere agli uomini, siete completamente fuori strada. 

 Il Contatto fisico crea magiche sensazioni

Ci dicono tutti che una persona ormai grande, matura, deve eliminare il contatto fisico, o lo deve comunque limitare il più possibile…

Ed invece la vera elettricità nell’aria, quella sensazione inebriante e dolcissima di quando qualcosa di romantico sta per succedere, si crea propriocon gli sfioramenti, i tocchi armoniosi, e gli sguardi… specialmente se si potevano nonfare ma sono stati fatti.

– Quando lei parla nell’orecchio di lui, o viceversa, ma che magnificasensazione si prova? Ve lo ricordate? 

– Quando lei toglie dal petto di lui un granello di polvere, spolverandolo più lentamente del previsto, non è fantastico?

– E quando lui sposta i capelli di lei, per darle un bacio sulla guancia che non si capisce se per semplice affetto o ardente passione? Non è meraviglioso?

 Ecco, volete una vita magica?

Tornate a fidarvi del contatto fisico e delle vostre sensazioni a livello di “pancia” 

Se state pensando al fatto che vorreste essere prese da lui, guardatelo negli occhi in quel preciso momento! Lui lo percepirà!

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Riccardo Alberto Quattrini
Carica altro Cultura

4 Commenti

  1. carla

    15 Agosto 2019 a 17:11

    L’autore di questo articolo è sicuramente un ottimo seduttore. Ha ragione eccome! Complimenti.

    rispondere

  2. Francesca Rita Rombolà

    12 Agosto 2019 a 15:11

    Eppure l’intesa completa fra un uomo e una donna è meravigliosa! Straordinariamente meravigliosa!

    Il momento in cui ci si guarda negli occhi, ci si desidera entrambi… e poi si diventa una sola carne e una sola anima! Impossibile descrivere quei momenti, o forse attimi appena, anche per chi ne ha fatto esperienza totale.

    rispondere

  3. Elisabetta Bordieri

    11 Agosto 2019 a 20:04

    ..da farsi prendere in braccio con forza e portare via…
    bellissimo.

    rispondere

  4. m.marra

    11 Agosto 2019 a 11:03

    VERO VERISSIMO. OGGI ANKE IN AMORE PREVALE IL “virtuale”. Sconvolgente! Una volta da giovani si usava la masturbazione; oggi secondo me un passo indietro verso l’isolamento emotivo.
    m.marra

    rispondere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«Company Parade»

”È molto difficile rendere omaggio ad un romanzo, pubblicato per la prima volta nel 1934 e…