Va bene, la politica estera è decisa da Washington e imposta all’Italia tramite Crosetto…

Zelensky & Meloni un quadretto idilliaco

LASCIATECI LAVORARE. MA L’UNICO

INTERESSE PER IL GOVERNO È ZELENSKY


“Lasciateci lavorare!”. Passano i giorni, le settimane, i mesi. Ma il destracentro di governo non riesce a cambiare la dichiarazione iniziale. Lasciateci lavorare. Giusto. La libertà di lavorare è stata concessa, ma il lavoro non si vede.

Dove sono finite le promesse sui blocchi navali? Trasformate in “porti aperti per tutti” per l’incapacità di affrontare il problema. Ed a cosa sono serviti gli inutili tour superpubblicizzati in Africa del Nord? A favorire l’incremento a tre cifre delle partenze dei clandestini? A convincere i Paesi visitati che è meglio allearsi con Xi Jinping e Putin piuttosto di avere a che fare con lady Garbatella e Tajani?

Va bene, la politica estera è decisa da Washington e imposta all’Italia tramite Crosetto. Una porcata, per chi si definisce “patriota”, ma tanto vale rassegnarsi.

Però questi mesi saranno stati sicuramente spesi bene sul fronte interno. Sulla sicurezza, ad esempio, altro cavallo di battaglia pre elettorale. Avranno cambiato l’ignobile legge Cartabia per poter finalmente intervenire contro borseggiatrici e colleghi. Macché! Troppo faticoso. E poi devono favorire gli ascolti delle trasmissioni di Giordano e Del Debbio che, sul tema, insistono da tempo. Come anche Striscia la notizia. Senza alcun risultato, ovviamente.

“Lasciateci lavorare”. Già, magari sulle occupazioni abusive di alloggi privati e di edifici pubblici? No, troppo faticoso anche quello. Sulla sicurezza nelle stazioni ferroviarie e nei quartieri periferici? Sul contrasto agli spacciatori? Niente da fare. Quelle erano le priorità in campagna elettorale, adesso c’è ben altro di cui occuparsi.

Di economia, allora. Sì, se va bene il Pil crescerà quest’anno dell’1% e di poco di più il prossimo anno. In pratica nessuna crescita. Stagnazione completa. Incompatibile con la riduzione del debito secondo le imposizioni dell’amica Ursula von der Leyen. Però l’inflazione resiste e mangia i risparmi degli italiani. Pazienza, ci sono altre priorità.

L’inflazione mangia i risparmi degli italiani

“Lasciateci lavorare”. Sul fronte della cultura, allora. Con gli ex grossi quotidiani che non hanno più presa sugli italiani (che non li comprano e non li leggono) ma che continuano a terrorizzare i maggiordomi di Biden al governo italiano. Dunque si seguono le indicazioni degli opinionisti di Corriere e Repubblica anche per arrivare ad analisi storiche e culturali politicamente corrette. Peccato che vengano comunque stroncate dai medesimi quotidiani perché ritenute insufficienti. E loro, i maggiordomi, impegnati a fare i nuovi compiti, sempre più corretti, sempre più squallidi e banali.

maggiordomi al servizio di Washington

Perché non possono perdere tempo a discutere, a pensare, a proporre qualche idea nuova. Ci sono ben altre urgenze. La sanità? Certo che no. La povertà? Neanche a parlarne.

L’urgenza, la priorità, è una sola: Zelensky. L’unico tema che smuove il circolo della Garbatella, che permette al governo di essere in prima linea nell’omaggio ai padroni di Washington. Tutto il resto è secondario, non conta. “Lasciateci lavorare”. Anche no…

Augusto Grandi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Augusto Grandi
Carica altro DIBATTITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«LIBERTÀ DI INSULTO PER LA GAUCHE INTELLO. O DI RIMBAMBIMENTO»

... trasformano un vecchietto provocatore in un martire della libertà di pensiero …