Un articolo del Mattino di Napoli ci informa che Putin…

Macbeth e le tre streghe, 1855 (Macbeth and the Three Witches, 1855 )

LE STREGHE


Un articolo del Mattino di Napoli ci informa (anche se informare per la nostra stampa è parola grossa, in sostanza un ossimoro) che Putin, ormai in evidente affanno, sta schierando una nuova, ultima, arma. Le streghe.

Esatto, avete capito bene… proprio le streghe, che con le loro pratiche di “magia nera” dovrebbero proteggere, rendere invulnerabili i soldati russi che vanno a combattere sul fronte ucraino.

La cosa, certo, si presta a facili ironie. E infatti mi vedo già il Direttore pronto a dirmi: arrivi tardi… ne hanno già scritto, ironizzando, in tanti. Chi su quel superstizioso di Putin, chi sulla stupidità degli occidentali che pensano che la Russia abbia bisogno di queste scemenze per vincere… insomma, se ne ride, pur nelle due ottiche contrapposte… che mai puoi aggiungere tu sul tema?

Charlize Theron è la strega Ravenna nel film “Biancaneve e il cacciatore 2012”

Però io non ho alcuna intenzione di fare dell’ironia… anzi, la notizia la prendo, per una volta, sul serio. E la ritengo molto interessante.

Perché, vedete, tale ricorso alle “streghe” non è cosa nuova. Le signore esperte di arti occulte sono state già in passato mobilitate al seguito di eserciti. E non sto parlando di un remoto passato… di Artù che era sempre seguito, e consigliato, da Merlino prima, e da Viviana, o Nimüe poi… del Mago Malagigi di Boiardo, o della, bellissima e malvagia (ma poi redenta), Armida del Torquato Tasso… quelle sono figure letterarie. Che, al massimo, serbano memoria di antichi usi e ancora più antiche credenze…

No. No… io sto parlando di storia contemporanea. Roba recente.

Quando, nella II Guerra Mondiale i tedeschi occuparono la Francia, tentarono dapprima di arrivare alla pace con la Gran Bretagna. Ma poiché tutti i tentativi di rivelarono inutili – persino quello del, misterioso, volo sull’isola di Rudolf Hesse, il delfino di Hitler – cominciarono a progettare uno sbarco ed un’invasione in forze. La famosa operazione “Leone Marino”  perché i tedeschi avranno i loro difetti, ma quanto a cavar fuori nomi per i piani militari, bisogna lasciarli stare.

Operazione “Leone Marino”

Comunque, come è ben noto, questo Leone mai prese il mare. Restando, come un gatto da salotto, a prendere il sole sulle spiagge francesi.

Che questo sia stati un madornale errore, lo pensano quasi tutti gli storici. Londra non sarebbe stata in grado di respingere uno sbarco in forze della Wehrmacht. E la storia del mondo avrebbe preso un altro corso…

In genere la colpa viene data a Göring. Che avrebbe convinto Hitler a privilegiare una guerra aerea. La Battaglia di Inghilterra, che andò come tutti sappiamo.

Storia nota, insomma.

Meno noto, però, è il fatto che Winston Churchill, premier britannico, temendo come la peste lo sbarco tedesco, mobilitò tutte, ma proprio tutte le risorse a sua disposizione. Anche le streghe inglesi. Che si schierarono sulle bianche scogliere di Dover, compiendo riti, facendo scongiuri, scagliando anatemi…

Stregoneria

Vi meravigliate? Ma il vecchio Winston non era solo un massone di alto livello – come, da sempre tutta la classe dirigente britannica – ma faceva anche parte di una sorta di ordine druidico… e a queste cose… ci credeva.

Che vuoi sottintendere? Che Hitler è stato sconfitto dalle streghe inglesi?

No, certo… anche perché pure l’Adolfo streghe e stregoni al suo servizio ne aveva. E qui sarebbe da parlare di Oswald Wirth, e di certi uffici speciali delle SS… ma il discorso sarebbe troppo lungo.

Voglio, invece, soffermarmi sulle streghe russe. E sul fatto che queste facciano degli incantesimi di protezione.

Ora… streghe… mah… la mia impressione è che siano, piuttosto Sciamane venute dalla Siberia o da altre lande desolate dell’immensità russa.

E Sciamani e Sciamane non sono streghe che praticano oscuri incantesimi. Piuttosto sacerdoti/maghi di culti tradizionali, dediti a pratiche estatiche. Sovente utilizzate per curare malattie. O fugare esseri demoniaci. Non è magia nera… semmai l’esatto opposto.

Il ruolo della donna nello sciamanesimo: il potere femminile

La storia, quella ufficiale, e le cronache correnti raccontano solo un livello degli avvenimenti. Quando lo raccontano, e non lo falsificano. Altro, molto altro, resta nascosto nelle pieghe della narrazione. E una guerra non è mai solo combattuta da uomini in armi, aerei, missili, carri, droni… entrano in gioco altre… forze.

Certo, ora qualcuno riderà, e dirà che mi sono ormai bevuto il cervello… la ragione, il razionalismo… la Realtà…

Però nella realtà piana e piatta crediamo noi. Uomini comuni. Masse. E ci crediamo perché ci hanno indotto a farlo. Con una, martellante, persuasione occulta.

Gli uomini che gestiscono il potere, quello vero, probabilmente sanno (non saprei dire a che livello di coscienza) che vi è molto altro. Altre forze in gioco. E altre poste…

Beh, sarà banale, ma qui ci sta bene Amleto: ci sono più cose fra terra e cielo, che in tutta la tua filosofia…

Comunque, visto che la notizia sulle “streghe” mi è giunta dal quotidiano di Napoli, (La notizia: Putin, le «streghe da combattimento» eseguono riti di magia oscura per proteggere i soldati in guerra contro l’Ucraina)

io, per non saper né leggere né scrivere, un paio di cornetti me li vado a procurare…

Non si sa mai…

Andrea. Marcigliano

 

 

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Andrea Marcigliano
Carica altro POLITICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«GIULIETTA… IN BLACK»

Giulietta e Romeo, forse la più famosa tragedia Shakespeariana …