Chi scegliere tra Cina e Stati Uniti?

PER LA PRIMA VOLTA I PAESI ASEAN PREFERISCONO LA CINA AGLI USA

GLI INVESTIMENTI ALLA DIFESA MILITARE


Chi scegliere tra Cina e Stati Uniti? Lo scorso anno la domanda posta da un istituto di ricerca a imprenditori pubblici e privati, nonché ad accademici e ricercatori, dei Paesi del Sud Est Asiatico (Asean) aveva indicato una netta prevalenza per Washington, con il 61,1% contro il 38,9% di preferenze per Pechino. E quest’anno? Secondo i media italiani l’isolamento di Xi Jinping è cresciuto, proprio come quello della Russia. E infatti, per la prima volta, la Cina ha superato gli Usa, seppur di poco: 50,5 contro 49,5%.  Di poco, ma con un balzo considerevole in solo 12 mesi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ad apprezzare maggiormente la Cina sono Malesia (75,1%), l’Indonesia (73,2%) e il Laos. Mentre dalla parte degli USA sono schierati Filippine (83,3%) e Vietnam (79%).

Ovviamente questi schieramenti rappresentano una scelta estrema poiché tutti i Paesi preferirebbero evitare di dover scegliere. Preferirebbero fare affari con entrambi i contendenti. Però una differenza, tra gli schieramenti esiste ed è rilevante. Gli Usa sono apprezzati da chi, per timore di Pechino, si attende una protezione militare nordamericana. Ed il calo della popolarità di Washington è legato proprio all’impressione che gli Usa siano poco attenti all’area del Sud Est Asiatico, preferendo occuparsi della guerra in Ucraina o del sostegno alla macelleria israeliana.

La scelta della Cina dipende, invece, dagli investimenti di Pechino nei vari Paesi Asean. Ferrovie, porti, strade, industrie. Insomma, i progetti della Via della Seta che, secondo la disinformazione italiana, sarebbero stati accantonati e rinviati sine die. Gli asiatici, evidentemente, non si sono accorti di queste cancellazioni dei progetti e apprezzano le ferrovie entrate in esercizio, i porti funzionanti, le fabbriche che creano occupazione.

D’altronde in Italia bisognava giustificare l’uscita dall’accordo con Pechino e, dunque, era indispensabile nascondere i fatti e le opere realizzate o in fase di realizzazione in Asia.

Ala.de.granha
Enrico Toselli

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Enrico Toselli
Carica altro ECONOMIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«ESERCITO ITALIANO AFFIDATO AGLI EXTRACOMUNITARI. REPLICA DELLA FINE DELL’IMPERO ROMANO»

La caduta dell’Impero Romano d’Occidente è un evento molto importante della storia …