I “piccoli sacrifici” imposti agli italiani da Biden, cominciano ad essere quantificati

PICCOLI SACRIFICI” PER BIDEN:

IL 52% DELLE FAMIGLIE NON RIESCE A FAR QUADRARE IL BILANCIO


Ipiccoli sacrifici” imposti agli italiani da Biden attraverso i maggiordomi Draghi, Di Maio e Letta (con l’appoggio di tutti gli altri atlantisti, vecchi e nuovi), cominciano ad essere quantificati. Lo ha fatto, in Piemonte, l’Ires (l’istituto di ricerche economiche e sociali). Un istituto regionale, difficilmente accusabile di simpatie putiniane. Eppure, non è riuscito a nascondere che, nella regione subalpina più del 52% delle famiglie non riesce a far quadrare il bilancio. L’incremento, in un anno, è preoccupante, quasi 13 punti percentuali.

I piemontesi sono costretti a prelevare i risparmi o ad indebitarsi. E non è certo un fenomeno limitato al territorio del Nord Ovest. Ovviamente le difficoltà delle famiglie non interessano agli atlantisti. Neanche un poco. Però l’analisi dell’Ires diventa interessante anche per i servi di Biden quando sottolinea che ad andare in crisi non sono soltanto le fasce più deboli della popolazione. Ossia quelle totalmente escluse dal coinvolgimento anche solo emotivo degli oligarchi atlantisti.

Perché l’effetto delle geniali sanzioni contro la Russia ha portato nell’area del disagio anche le famiglie che facevano parte del ceto medio. Cioè quei nuclei famigliari che assicuravano i consumi indispensabili per far funzionare il Sistema e per arricchire gli oligarchi.

Se il ceto medio taglia le spese, chi garantirà la sopravvivenza del commercio? Chi assorbirà la produzione industriale? Chi acquisterà i prodotti che il petomane di Washington imporrà di comprare? Certo, ci penserà Giggino. Che ha già ordinato a Putin di garantire le esportazioni del grano ucraino. In caso contrario… Già, in caso contrario? Senza grano, teme Giggino, in Africa potrebbero scoppiare delle rivolte. Magari nei Paesi filo atlantisti. Potrebbero aumentare i flussi di clandestini, ovviamente diretti in Italia. E bisognerebbe aumentare i “piccoli sacrifici” imposti agli italiani per poter mantenere i nuovi invasori.

Dunque, per evitare di mettere in difficoltà il governo dei maggiordomi al servizio di Biden, Putin deve far esportare il grano ucraino in modo che i maggiordomi possano approvare senza troppi rischi un nuovo pacchetto di sanzioni contro Putin. Chissà quanto si divertiranno le famiglie italiane in difficoltà nello scoprire la nuova strategia del governo dei maggiordomi. Il passo successivo sarà quello di pretendere da Putin uno sconto sulle forniture di gas, magari da pagare con i soldi del Monopoli.  E poi arriveranno nuove tasse. Perché la Bce aumenterà i tassi e l’Italia pagherà sempre di più perché il debito è cresciuto tra mance, reddito ai renitenti alla vanga, iniziative demenziali. Ed uno spread che è salito sempre più su. In silenzio, perché il superesperto Draghi non capiva nulla di geopolitica ma era un mago della finanza. Invece ha fallito anche su questo fronte.

Ala. De. Granha

 

 

 

 

Fonte: ElectoMagazine de 25 maggio 2022

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Ala de Granha
Carica altro ECONOMIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«CAMPAGNA ELETTORALE A PERDERE. LA SINISTRA NON VUOLE GESTIRE I DISASTRI DI DRAGHI»

Vai avanti tu, che a me viene da ridere …