Penso che molte persone credano che la nostra società sia diventata molto complessa

SACRIFICARSI PER IL BENE SUPERIORE


Penso che molte persone credano che la nostra società sia diventata così complessa, con così tante persone e così tanto bisogno di consumare risorse naturali per sentirsi a proprio agio, che ciò che il governo ci sta imponendo ora è necessario per sopravvivere.

Ciò include tutto il controllo, le restrizioni, i vaccini forzati, i blocchi, la censura della libertà di parola, le città di 15 minuti e una miriade di altre restrizioni e mandati. Questa convinzione è insensatamente stupida, ma stupido è altrettanto stupido. Cosa puoi dire?

Ehi, sono davvero stanca di girare a vuoto tra tutta questa spazzatura. Ora sto chiamando le cose col loro nome e dimenticando di essere educato o politicamente corretto. Queste persone che credono a questa farsa stanno distruggendo le nostre vite, così come stanno distruggendo l’umanità stessa.

Non auguro loro del male (beh, auguro giustizia ai colpevoli) ma ho smesso di cercare di essere gentile riguardo a tutto questo. Ascoltami, maledetta PECORA ! Fatti avanti e fai ciò per cui il tuo cervello donato da Dio è stato progettato per fare. Smettila di sbavare ai piedi di mamma medicina e papà dittatore e riprendi in mano la tua vita. Quando è troppo è troppo.

Wow. Sono felice di averlo tirato fuori.

Ultimamente ho letto molto Patrick Wood , dagli un’occhiata se non l’hai già fatto. Mi sembra di essere un po’ lento con queste cose e spesso sono l’ultimo a scoprire qualcosa che la maggior parte di voi conosce da decenni.

Wood ci spinge verso l’alto per una visione dall’alto di tutto questo, il che è molto utile per me per ottenere una prospettiva migliore. Naturalmente, sapevo dello sforzo per un governo centrista globale dal punto di vista di Klaus Schwab, ma non ero veramente consapevole dell’inizio di tutto questo con la Commissione Trilaterale fondata dal nostro caro amico David Rockefeller e dai suoi amici Zbigniew Brzezinski e Jimmy Carter (chi l’avrebbe detto?) negli anni ’70. E, naturalmente, stavano succedendo parecchie cose anche prima di quella data. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile utopici/distopici delle Nazioni Unite , che includono le iniziative per le città intelligenti, l’Agenda 21 e l’ Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile , non erano qualcosa di cui ero a conoscenza fino a tempi relativamente recenti (2022 o giù di lì).

Ciò che è chiaro, in senso lato, è l’approccio “bastone/carota” alla base di tutto ciò. La carota è rimasta in giro per decenni e solo ora stiamo iniziando a prendere un pezzettino del bastone. I toporagni davvero bravi (cosa che non sono, il mio naso chiaramente non è abbastanza lungo) sapevano cosa stava succedendo fin dal primo giorno. I toporagni dal naso corto, come me, hanno bisogno di un po’ di bastone per iniziare a capirlo davvero. Apparentemente le pecore hanno bisogno di essere colpite a morte prima ancora che se ne accorgano. E il grave attacco non è ancora iniziato.

Wood parla di Antony Sutton , uno dei primi toporagni dal naso molto lungo, che inventò il “paradosso di Sutton” (in realtà Wood potrebbe aver inventato l’adagio che si adatta al lavoro e alle opinioni di Sutton). “Il grado di risposta personale è inversamente proporzionale alla durata del tempo trascorso nel dolore personale”. Questo dovrebbe essere ribattezzato “Il Credo della Pecora”. Le pecore si sentono molto poco del bastone in questi giorni.

Tutto ciò sembra loro assolutamente meraviglioso. Inizialmente viene loro detto che il pianeta sta morendo a causa del cambiamento climatico (e, ovviamente, la colpa è di tutti noi), sono chiaramente consapevoli della povertà, del razzismo, delle violazioni dei diritti umani e delle donne in tutto il mondo e, naturalmente, dei pericoli delle malattie., virus e pandemie. Poi viene detto loro che le loro organizzazioni GloboCap come l’ONU, il WEF e l’OMS sono là fuori per tenerli al sicuro e felici.

Basta guardare i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile . Chi sosterrebbe che questi siano obiettivi meravigliosi per un mondo migliore? Porre fine alla povertà, porre fine alla fame, promuovere l’uguaglianza di genere, acqua pulita per tutti: bisognerebbe essere piuttosto freddi per non ammettere che il mondo sarebbe un posto migliore se questi obiettivi fossero raggiunti. Che bella carota grassa e succosa. Il primo segno del bastone è rendersi conto che questi obiettivi carota sono un po’ troppo meravigliosi. Mi sembra un po’ utopico, eh? E lo sappiamo tutti, almeno quelli di noi con un cervello di età superiore ai 10 anni nella sua capacità mentale: utopia = distopia.

Obiettivo Agenda 2030

Allora, qual è il problema? Se hai una mentalità idealistica, perché non perseguire questi nobili obiettivi? Prima di tutto, le persone a capo di tutto questo hanno un cervello più vecchio di un bambino di 10 anni. Sanno che sono tutte sciocchezze. Sanno che è materiale per carote, e il punto è convincere tutti noi “equivalenti mentali di 7 anni” a salire a bordo e a dire: “dimmi, dimmi, cosa posso fare per aiutarti?” Dimmi cosa devo fare, per favore, per favore, per favore, anch’io voglio tutte queste cose!

La risposta? Dimmelo tu. L’hai sentito, “riduci al minimo la tua impronta di carbonio, compra auto elettriche, mangia insetti, non viaggiare così tanto, vivi in ​​città intelligenti, prendi vaccini di cui non sappiamo un cazzo, ricicla, fai le valigie e muori, o suicidarsi…” E così via. E questo è solo l’inizio.

Il problema qui sono innanzitutto gli obiettivi irrealistici, che dovrebbero essere il primo indizio. Ma anche se gli obiettivi fossero realistici, è il modo in cui tutto questo viene portato avanti a rappresentare il problema più grande. Gli obiettivi sono uno stratagemma, una carota, perché il vero obiettivo è almeno quello di creare un governo mondiale centrale, non eletto, non rappresentativo e tecnocratico che alla fine controllerà ogni singolo aspetto della nostra vita, inclusa la creazione di un corpo sintetico. E non a nostro vantaggio, sarà un mondo creato solo per un gruppo d’élite molto piccolo che ha il controllo di ogni minuzia della vita sul pianeta. Questo è solo l’inizio e può diventare piuttosto strano se approfondisci tutto questo, come so che molti di voi hanno fatto. Non te ne dirò la metà. E mentre scendi in questa tana del coniglio inizierai a sentirti in un film horror di fantascienza molto macabro. Sì, è così brutto. È quasi inimmaginabile.

“Oh, ma dobbiamo salvare il pianeta! Non dovremmo essere disposti a fare sacrifici per farlo? Non dovremmo essere disposti, per il bene degli altri, a ridurre i nostri consumi, a limitare le nostre libertà, a diventare schiavi, ehm, servitori di questo sistema per creare un mondo migliore??”

No, non lo facciamo. Ma sicuramente sembra così, non è vero?

Certo, parte dell’efficacia del loro gioco di manipolazione deriva dal fatto che alcuni dei problemi che il pianeta sta affrontando riguardano l’inquinamento, lo sfruttamento sfrenato delle sue risorse, la fame degli esseri umani, l’acqua cattiva e il livello folle di consumismo che stiamo vivendo, ha fondamento nella verità. Principalmente perché questo programma ha creato proprio quel mondo, un mondo che è stato in cantiere, in modo consapevole e intenzionale, per un bel po’ di tempo.

Ma gran parte del quadro orribile dipinto dall’agenda semplicemente non è vero. E anche se tutto fosse vero, la strada da percorrere per porre rimedio alla situazione non sarebbe quella che stanno procedendo i globalisti. Il loro programma è malvagio, è genocida, non solo per gli esseri umani, ma per ogni organismo vivente sulla terra, ed è interamente inventato come mezzo per ottenere il controllo e lo sfruttamento sulla popolazione della terra, almeno su ciò che ne resterà. una volta completata la prima operazione di abbattimento.

Non comprare la carota neanche per un secondo. Il bastone sicuramente seguirà. E quel bastone è un humdinger.

Todd Hayen

 

 

 

 

Todd Hayen è uno psicoterapeuta registrato che esercita a Toronto, Ontario, Canada. Ha conseguito un dottorato di ricerca in psicoterapia del profondo e un master in studi sulla coscienza. È specializzato in psicologia junghiana, archetipica. Todd scrive anche per il suo substack, che puoi leggere qui

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Todd Hayen
Carica altro DIBATTITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«GUARDANDO AVANTI AL FUTURO»

Penso che la natura “estrema” dell’incidente Covid abbia svegliato molte persone (me di si…