Una lingua “morta” che però continua a godere di ottima salute. Quante volte, nel parlare e nello scrivere, adoperiamo termini latini o di provenienza latina?

Panem et circenses

 

Pane e giochi del circo. Per tenere buona la plebe, la ricetta è sempre la stessa: distribuzione gratuita di viveri e divertimenti. Nelle Satire, Giovenale si lamenta che questo ai suoi tempi fosse l’unico desiderio del popolino. Indifferente alle vicende dello Stato.

 

       le civili brighe

      esso non cura; quei che un dì l’imperio

      dava ed i fasci e le legioni e tutto,

      inerte or sta, sol di due cose pago:

      pane e circensi.

                      Giovenale   X, 78-81.

 

Tredici secoli più tardi, Lorenzo il Magnifico dichiarò:

«Pane e feste tengono il popolo quieto».

Nel regno delle Due Sicilie, per raggiungere lo stesso scopo, i Borboni attuarono la politica delle tre F: feste, farina, forca. L’equivalente dei circenses, ai giorni nostri, sono la partita di calcio e la tv. Il panem non è più un problema, siamo già passati ai grissini.

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Riccardo Alberto Quattrini
Carica altro Se tornasse Cicerone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«Il giardino delle farfalle»

”– Agghiacciante – Il giardino delle farfalle di Dot Hutchinson è un libro che racconta l’…