Mentre il Tg5 e il Mossad sono impegnati a cercare il burattinaio…

SOLIDARIETÀ PER GAZA? SOLO ALL’ORA DI PRANZO

PER IL TRENO DELLA MEMORIA


Mentre il Tg5 e il Mossad sono impegnati a cercare il burattinaio che manovra le contestazioni anti israeliane – ovviamente ai telegiornalisti berlusconiani non viene in mente che quasi 40mila civili massacrati possano suscitare indignazione planetaria – al Salone del libro di Torino nasce la protesta ad orologeria. Ad attuarla è lo stand del Treno della memoria che chiude l’attività, per solidarietà con Gaza, casualmente ad ora di pranzo. Giusto! I palestinesi stanno crepando anche per fame, oltre che per le bombe, e la solidarietà si manifesta attorno a un tavolo imbandito.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Poi si riapre lo stand. Perché Gaza va bene, ma senza esagerare. Come all’Eurofestival. Le stragi israeliane non giustificano l’esclusione della cantante di Tel Aviv, la guerra in Ucraina giustifica l’esclusione di Russia e Bielorussia. Se no il doppiopesismo a cosa serve? Vale anche per le Olimpiadi. Macron vuole che Mosca sospenda la guerra in occasione dei giochi olimpici a cui, ovviamente, non può partecipare. È l’Occidente collettivo che lo chiede, anzi lo pretende.

 

 

 

 

 

 

 

E il doppiopesismo del Tg5 è perfetto anche nel racconto di questa guerra. Siamo o non siamo i buoni? Dunque le bombe di Zelensky sulla popolazione civile russa fanno bene alla salute. In compenso non si capisce nulla su ciò che succede realmente sul terreno poiché la disinformazione italiana passa dal racconto di avanzate russe alla narrazione di continui abbattimenti di aerei putiniani da parte delle valorose truppe ucraine. Quelle truppe impegnate, con polacchi e lituani, a dar la caccia ai cittadini ucraini fuggiti in Europa. Ma non c’era il dovere di accogliere chi scappava dalle guerre? Questa guerra è vera, ma l’accoglienza non è più prevista dai sostenitori del doppiopesismo.

Redazione Electo
Enrico Toselli

 

  • «OETTIVO ODESSA»

    Nei discorsi dei politici occidentali ricorre, con sempre maggiore frequenza, uno spettro …
  • «ISRAELE E L’EUROPA»

    Una cantante israeliana sembrava essere quotata a vincere l’Eurofestival …
  • «LA TORCIA E LA DRAG»

    Spero non sia vero… …
Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Enrico Toselli
  • «VIVA DANTE»

    Certamente la stupidità è l’elemento più abbondante della contemporaneità …
  • «LA FORTUNA DI ESSERE VITTIME»

    Da qualche tempo è scoppiata una nuova epidemia …
  • «GLI AMMUTINATI»

    Diceva Einstein che vi sono a questo mondo tre gradi di intelligenza... …
Carica altro CULTURA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«ESERCITO ITALIANO AFFIDATO AGLI EXTRACOMUNITARI. REPLICA DELLA FINE DELL’IMPERO ROMANO»

La caduta dell’Impero Romano d’Occidente è un evento molto importante della storia …