Ora dovrebbe essere abbastanza chiaro a qualsiasi persona ragionevole che l’amministrazione Biden è determinata a distruggere la Russia

SOLO I BAMBINI ADULTI CREDONO ANCORA

ALLA PROPAGANDA AMERICANA


Il collaboratore veterano di OffG Edward Curtin condivide la sua interpretazione del conflitto in Ucraina

Ora dovrebbe essere abbastanza chiaro a qualsiasi persona ragionevole che l’amministrazione Biden è determinata a distruggere la Russia e rischierà una guerra nucleare nel farlo. Ha già iniziato la terza guerra mondiale con il suo utilizzo dell’Ucraina per accendere la partita finale.

Il problema è che le persone ragionevoli scarseggiano e, come ha recentemente scritto Ray McGovern in ” Brainwashed for War with Russia “, l’amministrazione Biden e i loro lacchè dei media

Lavaggio del cervello per la guerra con la Russia

«… non avrà problemi a radunare gli americani per la guerra più ampia degli ultimi 77 anni, a partire dall’Ucraina e forse estendendosi alla Cina …. La maggior parte degli americani è coinvolta dai media proprio come lo era 20 anni fa, quando gli è stato detto che c’erano armi di distruzione di massa in Iraq. L’hanno semplicemente preso per fede. Né i media colpevoli hanno espresso rimorso o un minimo di imbarazzo.

Molti bravi scrittori – tutti banditi dai media mainstream – hanno chiarito perché la propaganda dei media aziendali sulla guerra USA/NATO contro la Russia attraverso l’Ucraina è falsa ed estremamente pericolosa. Il governo degli Stati Uniti è guidato da idioti nella morsa demoniaca dell’ideologiaGli Stati Uniti dovrebbero governare il mondo“. Non è niente di nuovo.

Non voglio discutere i fatti, perché questo è un gioco da stupidi creato per suggerire che c’è qualcosa da discutere. Perché l’evidenza è chiara, tranne che per il pubblico in preda all’ignoranza indotta dalla propaganda o per quelle élite che non hanno mai appreso dall’antica dea greca Nemesi che le Furie oscure distruggeranno coloro che nella loro arroganza si spingono oltre i limiti.

Oreste inseguito dalle Erinni Il rimorso di Oreste opera di William-Adolphe Bouguereau – 1862

L’amministrazione Biden lo ha già fatto, mentre il presidente Biden borbotta sciocchezze come se fosse un boss mafioso che vaga per le strade in pigiama e pantofole.

Il recente sabotaggio del Nord Stream 2 è un altro esempio della strada insidiosa che stiamo percorrendo, come chiarisce Diana Johnstone nel suo recente articolo, “Omerta in the Gangster War“.

Per anni, la NATO, guidata dagli Stati Uniti, ha spostato forze e basi militari nei paesi che circondano la Russia. Ciò include armi che possono essere convertite molto rapidamente in uso nucleare. Questo, come ho sottolineato prima, equivale a che la Russia faccia lo stesso in Messico e Canada, e aggiungiamo anche Cuba.

Sappiamo quale sarebbe la risposta degli Stati Uniti, ma quando il presidente Putin e il suo governo si sono opposti e hanno detto che si tratta di un tradimento degli accordi precedenti, è stato licenziato come se fosse un bambino che si inventa le cose.

Nel 2014, quando gli Stati Uniti hanno ideato un colpo di stato in Ucraina, portando al potere elementi neonazisti, e la Russia ha protestato contro questo colpo di stato al confine occidentale, Washington ha deriso tali preoccupazioni. Ogni volta che la Russia si è lamentata di tali mosse provocatorie, gli Stati Uniti le hanno liquidate come irrilevanti.

Per anni gli Stati Uniti hanno sostenuto l’uccisione ucraina dei popoli di lingua russa dell’Ucraina orientale e, infine, quando l’Ucraina ha accumulato forze per invadere la regione del Donbass, il governo russo ne ha avuto abbastanza e ha inviato truppe nella regione per difendere quest’area.

Così l’ipocrita Occidente ha giocato con oltraggio al fatto che ciò che avevano creato si stava finalmente ritorcendo contro. La Russia è stata scelta come colpevole per l’invasione dell’Ucraina. E ora una vera e propria guerra degli Stati Uniti contro la Russia è allo scoperto e diventerà più pericolosa man mano che continua. L’annientamento nucleare diventa una possibilità molto reale mentre l’amministrazione Biden continua a spingere i limiti.

Non ci sarà fine alla guerra in Ucraina perché gli Stati Uniti sono intenti a fare tutto ciò che è in loro potere per cercare di mettere in ginocchio la Russia. È una follia in faccia, ma poi comandano le persone pazze. In questo processo, tutti sono sacrificabili, amici, nemici e chiunque si metta sulla sua strada, compresi i presunti  alleati europei degli Stati Uniti i  cui leader sembrano intenzionati a distruggere i propri paesi.

Forse ironicamente – ma credo di no, come conferma la conoscenza della storia –  il voltafaccia della classe liberale americana  con la sua promozione della nuova Guerra Fredda, della censura, della CIA e dell’FBI e dei cosiddetti politici democratici progressisti nel Il congresso degli Stati Uniti, tra cui Bernie Sanders e Alexandria Ocasio-Cortez,  che abbraccia e vota per la guerra  con la Russia attraverso l’Ucraina, non dovrebbe essere una grande sorpresa.

La nuova guerra fredda ha fatto sì che i liberali statunitensi imparassero ad amare la bomba.
Bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki. Perdite civili: 90 000 – 166 000 vittime a Hiroshima. 60 000 – 80 000 vittime a Nagasaki. Sono seguite altre vittime ammalatesi negli anni per varie patologie tumorali.

Queste persone, e le loro controparti repubblicane, con rare eccezioni qua e là, vivono in una fila di desolazione e si capovolgono quando viene ordinato. Ma “nessuno deve pensare troppo a Desolation Row“, nelle parole di Dylan, perché è la malattia sociale in cui abitiamo e, come i pesci nell’acqua, molti non sanno altro.

Nick Ut, Associated Press. Trang Bang (Vietnam) l’8 giugno 1972, Kim Phúc aveva solamente nove anni.

In una nota simile , Ray McGovern  ha anche recentemente ricordato a coloro che gli prestano attenzione che  il New York Times,  come è sua tradizione, sta promuovendo la guerra degli Stati Uniti contro la Russia proprio come ha fatto con la guerra del Vietnam negli anni ’60. Piccoli cambiamenti sono il suo tema, non vengono mai offerte scuse e ai lettori del più famoso quotidiano americano e condotto della CIA viene chiesto di ingoiare dosi quotidiane di propaganda così palesemente ovvie che solo i bambini sarebbero presi in giro.

Purtroppo, gli Stati Uniti sono diventati un paese di bambini,  Babes in Toyland  che non si rendono mai conto che alla fine della trama la pistola è ribaltata e punta su di loro. E non è divertente.

Un secolo fa, negli anni prima della Prima guerra mondiale, gli intellettuali progressisti americani, come scrive Stuart Ewen in  PR: A Social History of Spin :

   «… aveva sposato il detto illuminista secondo cui le persone – almeno le persone della classe media – erano essenzialmente razionali, capaci di valutare le informazioni e quindi prendere decisioni intelligenti. Nel contesto del CPI [gli Stati Uniti, Committee on Public Information, un grande apparato di propaganda istituito nell’aprile 1917 dal presidente Woodrow Wilson per vendere l’ingresso americano in guerra contro la Germania come necessario per “Rendere il mondo sicuro per la democrazia”, i cui membri includevano Edward Bernays, il propagandista e cosiddetto padre delle pubbliche relazioni] “l’opinione pubblica” divenne qualcosa da mobilitare e gestire; la “mente pubblica” era ora vista come un’entità da fabbricare, non con cui ragionare.

La fede nella ragione è stata abbandonata a favore della manipolazione psicologica delle emozioni e dell’uso dell’irragionevolezza – la “mente notturna” – che è diventata il modello per la propaganda futura e l’applicazione di tecniche psicologiche, un precursore dell’MKULTRA della CIA e dell’operazione Mockingbird.

Operazione Mockingbird, obiettivo manipolazione di massa

Poiché la repressione del dissenso è aumentata con l’approvazione dell’Espionage Act del 1917 (in base al quale Julian Assange è falsamente accusato oggi) e poi del Sedition Act nel 1918, molti cosiddetti progressisti hanno abbracciato l’imposizione autoritaria di controlli statali sul dissenso, proprio come fanno oggi.

Un’importante eccezione fu Randolph Bourne, che nel 1917 rimproverò questi voltagabbana nel suo saggio vertiginoso, ” La guerra e gli intellettuali “.  Socialisti, professori universitari, pubblicisti, neo-repubblicani e [e] professionisti della letteratura”, scrisse, “si erano assunti l’iniquo compito di ‘inchiodare la mente bellica su cento milioni di persone nel mondo'”.

Oggi queste persone discutono se debbano essere chiamate liberali o progressiste. Io dico, chiamateli guerrafondai dell’ordine più basso.

Ricordo che quando ero un bambino impressionabile e la televisione aveva solo pochi canali. Questo è stato negli anni tra la guerra di Corea e quella contro il Vietnam. C’era un film che veniva ripetuto regolarmente in televisione:  Yankee Doodle Dandy , con lo straordinario interprete Jimmy Cagney nei panni di George M. Cohan, il compositore, paroliere e drammaturgo irlandese-americano, che negli anni prima della Prima guerra mondiale era conosciuto come l’uomo che possedeva Broadway e la cui statua si trova a Times Square a New York City.

Bambino qual ero, ho visto il film molte volte e sono rimasto ipnotizzato. Le mie emozioni aumentavano ad ogni visione. Le corde del mio cuore vibravano sulle note di “Over There” e “You’re a Grand Old Flag”. Ho  marciato con orgoglio  alla Prima guerra mondiale con Cagney/Cohan.

Questo era un film apparso nel 1942 per promuovere lo sforzo bellico della Seconda guerra mondiale usando le bugie sulla Prima guerra mondiale per farlo. Ma oh che divertimento! E le canzoni commoventi: foraggio per un bambino. E questo avveniva prima che la CIA possedesse completamente Hollywood.

Eppure, sono cresciuto. Non sono più un bambino. Ho studiato e visto attraverso la propaganda di The New York Times, CNN, Washington Post, Fox News, The Guardian, Hollywood, ecc.

Molti di quelli che conosco non lo hanno fatto. Credono nell’incredibile. Vivono ancora in quella che Jim Garrison chiamava la “Casa delle bambole” e accettano ciò che Harold Pinter definì “un vasto arazzo di bugie”.  Pinter ha detto nel suo discorso per il Nobel del 2005  ciò che non è cambiato di un briciolo dalla politica estera assassina degli Stati Uniti:

«Non è mai successo. Non è mai successo niente. Anche mentre stava accadendo non stava accadendo. Non importava. Non era di alcun interesse. I crimini degli Stati Uniti sono stati sistematici, costanti, viziosi, spietati, ma pochissime persone ne hanno davvero parlato. Devi consegnarlo all’America. Ha esercitato una manipolazione abbastanza clinica del potere in tutto il mondo mentre si mascherava da forza per il bene universale. È un atto di ipnosi brillante, persino spiritoso e di grande successo.

Quando ero bambino, ero ipnotizzato da “Yankee Doodle Dandy”.

Sono cresciuto un po’. McGovern e Pinter hanno ragione; poco è cambiato: Vietnam, Prima guerra mondiale, Iraq, Siria, Afghanistan, Jugoslavia, Somalia, Iran, Nicaragua, El Salvador, Cina, ecc. E, naturalmente, Russia, sempre Russia, al cui cuore sono sempre puntate le armi, Russia diabolica che deve essere distrutto per rendere il mondo sicuro per i predatori che si atteggiano ad amanti della democrazia e del diritto internazionale.

Quando il presidente Kennedy, profondamente castigato dalla crisi dei missili cubani dell’ottobre 1962, parlò di vera pace e democrazia  all’Università americana il 10 giugno 1963 , fu l’ultimo leader americano a riconoscere che le relazioni internazionali dovevano subire un cambiamento radicale, soprattutto nell’era nucleare

La demonizzazione degli altri paesi ha dovuto cedere il passo al dialogo e al rispetto reciproco. Egli ha detto:

   «Che tipo di pace intendo? Che tipo di pace cerchiamo? Non una Pax Americana imposta al mondo dalle armi da guerre americane. Non la pace della tomba o la sicurezza dello schiavo. Sto parlando di pace genuina, il tipo di pace che rende la vita sulla terra degna di essere vissuta, il tipo che consente agli uomini e alle nazioni di crescere e di sperare e di costruire una vita migliore per i loro figli, non solo pace per gli americani ma pace per tutti uomini e donne, non solo pace nel nostro tempo, ma pace per sempre.

Assassinio di John Kennedy. 22 novembre 1963 a Dallas

Cinque mesi dopo la CIA si assicurò che la sua voce fosse calma. Tali sentimenti sono stati verboten da allora.

I bambini solo credono ancora alla propaganda americana e alla sua macchina da guerra.

Edoardo Curtin

 

 

 

Edward Curtin è uno scrittore indipendente il cui lavoro è apparso ampiamente nel corso degli anni. Il suo sito web è  edwardcurtin.com  e il suo nuovo libro è  Seeking Truth in a Country of Lies .

 

 

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Edward Curtin
Carica altro ATTUALITÀ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«CHI SAPEVA: SIAMO QUI PERCHÉ SIAMO QUI PERCHÉ SIAMO QUI PERCHÉ SIAMO QUI»

Il mio titolo deriva da  una canzone cantata dai soldati  mentre marciavano all'inferno ne…