Negli anni ’30 del 1900 Superman introdusse il concetto di supereroe che, prima di lui, non esisteva

SUPERMAN: UN SUPEREROE ‘UMANO’

Christopher Reeve è Clark Kent/Superman

 

Negli anni ’30 del 1900 Superman introdusse il concetto di supereroe che, prima di lui, non esisteva. Superman è un alieno, inviato sulla Terra da Krypton dai suoi genitori, Jor-El e Lara. Il nome kryptoniano è Kal-El, mentre sul nostro pianeta viene trovato da Jonathan e Martha Kent che gli danno il nome di Clark. È un personaggio dei fumetti creato da Jerry Siegel e Joe Shuster.

 

I poteri di Superman

Superman possiede vari poteri grazie all’effetto di un Sole giallo come quello del sistema solare che ospita la Terra. Rispetto al presente, inizialmente Kal non volava ma effettuava solo grandi salti. Inoltre, Superman è decisamente più forte di un normale essere umano; oltre alla super forza possiede anche la super velocità. Clark ha la capacità di sparare dei raggi calorifici dagli occhi e ha la vista potenziata, in grado di comprendere tutto lo spettro elettromagnetico, vedere a grandi distanze e possiede la visione a Raggi X per qualsiasi volume di materia che, però, non sia piombo.

Superman ha un udito talmente sensibile da riuscire a sentire qualsiasi suono e gli occorre una concentrazione elevata per riuscire a selezionare cosa udire. Il corpo di Kal-El è invulnerabile, tranne se si tratta di kryptonite, ovvero dei frammenti radioattivi provenienti dal suo pianeta d’origine. Dalla bocca è in grado di emettere un soffio congelante e annovera tra gli altri superpoteri i riflessi sovrumani, il super-respiro, l’accelerazione molecolare e l’auto-sostentamento.

Glenn Ford è Jonathan Kent, Phyllis Thaxter è Martha Kent con il piccolo Clark

La personalità di Clark Kent

Clark Joseph Kent può essere visto come l’alter-ego di Superman. Se nella veste di supereroe dal costume blu con l’enorme S rossa sul petto – simbolo che indica speranza – deve sventare vari crimini e combattere contro diversi nemici, Clark è un uomo mansueto, dai modi delicati e fa di tutto per non mettersi in mostra. È un giornalista dai modi anche un po’ impacciati e può essere rappresentato come quel desiderio di normalità che esiste in Kal. Clark è inoltre un uomo che ama Lois Lane.

Christopher Reeve è Clark Kent/Superman, Margot Kidder è Lois Lane

La domanda che in molti si pongono è relativa al suo paio di occhiali, ovvero bastano due lenti a non accorgersi che, in realtà, Clark e Superman sono la stessa persona? Diversi studi sono stati condotti sulla percezione dell’identità dalle immagini del volto. L’analisi dell’errore di risposta ha evidenziato che quando un solo volto portava gli occhiali, le persone erano portate a rispondere che gli individui fossero diversi. Questo tipo di fenomeno non riguarda solo Superman e Clark ma anche la vita quotidiana e basta sottolineare i numerosi casi di reati quali furti e omicidi in cui vengono interrogati i vari testimoni. L’argomento resta comunque abbastanza ambiguo.

Christopher Reeve è Clark Kent/Superman

Da Tom Welling a Henry Cavill

A livello cinematografico e televisivo dopo i quattro film dedicati al supereroe tra il 1978 ed il 1987 con protagonista Christopher Reeve e la serie televisiva composta da quattro stagioni Lois & Clark – Le nuove avventure di Superman, il 16 ottobre 2001 va in onda negli Stati Uniti, un’altra serie destinata a caratterizzare un’intera generazione e più di persone: Smallville. Un totale di 217 episodi suddivisi in 10 stagioni fino al 13 maggio 2011. La serie creata da Alfred Gough e Miles Millar e racconta le avventure di un giovane Clark Kent (interpretato da Tom Welling) nella cittadina di Smallville durante il periodo in cui il protagonista scopre e inizia a controllare uno alla volta i suoi innumerevoli superpoteri. Tante le avventure vissute da un ragazzo che inizialmente frequenta la scuola superiore ed è segretamente innamorato di Lana Lang.

Tom Welling e Erica Durance

Clark può contare su due amici importanti come Chloe Sullivan (interpretata da Allison Mack ed unico personaggio insieme al protagonista ad apparire in almeno un episodio di tutte le 10 stagioni), che ha una cotta per il ragazzo e Pete Ross (interpretato da Sam Jones III). Nel primo episodio l’incontro con Lex Luthor a cui Clark salva la vita e l’inizio di una amicizia che sfocerà in una grande rivalità nelle successive stagioni. Kent, oltre a combattere tutti i vari nemici scontrandosi anche con cattivi storici come Brainiac, Doomsday, Zod e Darkseid vive le vicissitudini di un normale ragazzo. Passa dalla scuola, all’università che lascia in seguito alla morte del padre Jonathan e trova lavoro come giornalista al Daily Planet.

Varie le storie d’amore per un ragazzo affascinante come Clark. Le più importanti sono due e segnano il corso delle varie stagioni. Indimenticata, intensa e per certi versi anche drammatica quella con Lana Lang interpretata da Kristin Kreuk. Inizialmente fidanzata con Whitney, la giovane dopo la partenza come militare del suo ragazzo e la successiva morte, si avvicina sempre più a Clark. Comincia un forte tira e molla dovuto soprattutto ad un problema: Clark ha paura di rivelare la sua vera identità e i suoi poteri che arrivano a conoscere solo Chloe e Pete (che però va via da Smallville). Clark vede così la sua amata sposare proprio Lex Luthor e solamente nel finale della stagione dirà alla ragazza chi è davvero, ma lei lo aveva scoperto.

Kristin Kreuk è Lana Lang in Smallville

Nella settima stagione Lana – che era stata data per morta – torna e inizia una relazione con un Clark senza segreti per lei. Il finale, però, si conclude con la ragazza che lo lascia attraverso un messaggio registrato. In seguito si scoprirà che era stato girato sotto coercizione degli uomini di Luthor. Nell’ottava stagione, anche grazie al suo lavoro da giornalista, Clark cerca di andare avanti e si avvicina a Lois Lane, cugina di Chlo, presente dalla quarta stagione.

Durante l’episodio del matrimonio proprio di Chloe, torna Lana Lang. Accadono fatti molto intensi come l’attacco di Doomsday nella festa post-celebrazione nella quale rimane particolarmente ferito Jimmy Olsen, marito di Chloe. Seguono le puntate che conducono alla reale fine della storia tra Lana e Clark, nell’episodio intitolato Requiem. Lana assorbe una bomba di kryptonite costruita da Lex Luthor e il ragazzo non può avvicinarsi più alla donna. Tutto culmina in una scena strappalacrime nella quale Lana va via in lacrime con Clark a terra dopo il loro ultimo bacio.

Successivamente sembra di rivivere una specie ritorno al passato perché le stesse problematiche si ripresentano con Lois relative alla vera identità del kryptoniano. Sarà la giornalista investigativa a scoprire tutto e salvare, tra l’altro Kal dopo lo scontro con Zod. Nella quinta puntata della decima stagione, Clark confessa a Lois chi è davvero. Dieci lunghe ed intense stagioni che hanno trattato il percorso da adolescente di Clark Kent. Sempre all’inizio degli anni 2000, Brandon Routh lo ha interpretato in Superman Return al cinema. Attualmente è in corso una serie televisiva, “Superman & Lois”, nella quale è Tyler Hoechlin a vestire i panni del supereroe.

Ma probabilmente se oggi si pensa al kryptoniano, l’attore a cui lo si associa attualmente è Henry CavillIl DC Extended Universe è infatti iniziato con “Man of Steel” nel 2013 di Zack Synder con il britannico ad indossare costume e mantello. Tre anni più tardi l’uscita di Batman v Superman: Dawn of Justice al termine del quale Kal muore ucciso da Doomsday. Poi, nel 2017 ‘Justice League’ nel quale Superman è riportato in vita dalla lega. Il 18 marzo di quest’anno è uscita la versione Zack Snyder’s Justice League che sta spopolando talmente tanto che uno degli hashtag più utilizzati è #RestoreTheSnyderverse.

Nella pellicola del regista di Green Bay, Superman non indossa il solito costume blu, ma ne veste uno tutto nero. Per quanto Superman sia un supereroe con poteri quasi illimitati, ci tiene sempre a sottolineare, come in una scena conclusiva di Man of Steel, che è un americano, ovvero un ragazzo con valori e sentimenti.

Ferdinando Capicotto

 

 

Fonte: Sociologicamente del 30 aprile 2021

 

Ferdinando Capicotto nato a Catanzaro il 5 luglio 1989. Dal 2017 è iscritto presso l’Ordine dei Giornalisti sezione Pubblicisti. Ha conseguito nel 2013 la laurea triennale in Servizio Sociale, nel 2016 la laurea triennale in Sociologia mentre nel 2018 la laurea specialistica in Organizzazioni e Mutamento Sociale. Inoltre ha già pubblicato due libri che inseriscono nell’ambito di una trilogia fantasy.

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Ferdinando Capicotto
Carica altro CINEMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«KINTSUKUROI, L’ARTE GIAPPONESE DI CURARE LE FERITE EMOTIVE»

”Il Kintsukuroi è l’arte giapponese di aggiustare ciò che si è rotto …