Peccato che i più giovani nemmeno se lo ricordano quel film straordinario

UN SOL GRIDO, UN SOLO IDIOMA: SCAPOMA


Peccato che i più giovani nemmeno se lo ricordano quel film straordinario, anche per la ricerca linguistica che fu l’Armata Brancaleone e dunque non ricordano nemmeno Panigotto da Vinegia (ovverosia Venezia) che pronuncia anzi urla l’immortale frase “un sol grido, un solo idioma: scapoma”. Certo mai qualcuno avrebbe supposto che questo possa valere anche per i nostri soliti padroni che nei film sono sempre così coraggiosi, ma ieri nel Mar Rosso oltre alla petroliera inglese in fiamme due cacciatorpediniere americane di scorta a due navi cargo al largo dello Yemen se ne sono scappate quando gli Houthi hanno azzardato qualche tiro. Bella protezione quella della flotta dei volonterosi, ovvero dei servi degli Usa i cui giornali ogni giorno magnificano la capacità di fuoco sulle dune di sabbia e celebrano abbattimenti di razzi e droni provenienti dalla Yemen, di cui ovviamente non c’è alcuna prova. La realtà – che tutte le compagnie di navigazione conoscono – è che invece questa flotta tende a squagliarsi se c’è davvero pericolo.

Non ci si può stupire più di tanto: la missione principale di questa flotta che serve a ben poco perché gli occidentali non hanno il coraggio di fare l’unica cosa militarmente sensata, ossia battersi  sul terreno, è principalmente quella di impressionare l’ignaro uomo della strada ingozzato di cretinerie da parte dei media  e al contempo di evitare che qualche nave militare venga colpita e dio non voglia affondata perché questo sarebbe drammatico  per il prestigio militare americano all’esterno e una grana enorme all’interno degli Stati non più tanto uniti. Del resto, cosa ci si può aspettare dentro un contesto nel quale – è solo un esempio – la Royal Navy, alle prese con un calo eccezionale di reclutamenti riassegna gli ufficiali ai team dedicati alla diversità e all’inclusione?

La fuga delle navi è avvenuta poco dopo che l’Irak ha colpito duramente alcune basi americane non si sa ancora bene se all’estremo confine orientale della Siria o ancora in territorio iracheno. Ci sono state vittime fra le truppe Usa e questo ha scatenato il solito coro vendicativo di Washington che vuole la guerra all’Iran. Tranquilli scapperanno ancora

Redazione

 

 

 

Carica ulteriori articoli correlati
Carica altro Redazione Inchiostronero
Carica altro GUERRA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllate anche

«L’ALCHIMIA DEL FEGATO: UN VIAGGIO TRA MATERIA E SPIRITO»

Il significato simbolico del fegato nell'antica storia di Prometeo …